News

Schuler a Bruxelles, rafforzare il ruolo delle Regioni nella UE

Rafforzare il ruolo delle Regioni nella nuova PAC 2021-2017 della UE. Questo l'obiettivo dell'incontro dell'assessore Schuler a Bruxelles con la Coalizione delle regioni agricole europee.

Rafforzare il ruolo delle Regioni nella UE: Arnold Schuler, Friedlinde Gurr-Hirsch (Baden-Württemberg) ed Herbert Dorfmann (Foto: USP/Alexander Louvet)
Zoomansicht Rafforzare il ruolo delle Regioni nella UE: Arnold Schuler, Friedlinde Gurr-Hirsch (Baden-Württemberg) ed Herbert Dorfmann (Foto: USP/Alexander Louvet)

Si sono riuniti oggi (17 ottobre) a Bruxelles i membri della Coalizione delle regioni agricole europee per discutere dello sviluppo della politica agricola comune (PAC) per il periodo 2021-2027. In programma anche una riunione con i coordinatori della Commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale UE. Per l'Alto Adige hanno partecipato all'incontro l'assessore Arnold Schuler e il direttore di dipartimento Klaus Unterweger.

La nuova PAC tenga conto delle Regioni

"La nuova PAC deve tenere conto delle esigenze delle singole regioni - ha detto Schuler - che sono molto diverse. In Alto Adige si tratta di promuovere i giovani agricoltori, ma anche di rafforzare la ricerca e l'innovazione. Le nostre aziende agricole, prevalentemente a conduzione familiare, non solo producono alimenti di alta qualità, ma questi non sono mai stati così economici come oggi, disponibili in ogni momento e in quantità sufficiente. Inoltre, gli agricoltori altoatesini curano il paesaggio e contribuiscono significativamente alla conservazione delle aree rurali. Ora è compito dell'UE creare le condizioni quadro affinché gli agricoltori possano continuare a produrre cibo in modo sostenibile per la società intera tutelando anche il clima".

Politica agricola comune, rischio rinazionalizzazione

I negoziati sulla riforma della politica agricola comune per il periodo 2021-2027, come noto, tendono sempre più verso una "rinazionalizzazione". Secondo l'assessore Arnold Schuler, "ciò indebolirebbe il ruolo delle Regioni e rafforzerebbe quello degli Stati: si tratta di un approccio che non tiene conto delle esigenze specifiche delle singole regioni" Il Programma di sviluppo rurale, in maniera particolare, richiede una certa dose di autonomia a livello regionale, e proprio per portare avanti questi obiettivi in Europa i rappresentanti delle regioni agricole e i coordinatori della Commissione per l'agricoltura e lo sviluppo rurale dell'UE si sono ritrovati a Bruxelles. Nel pomeriggio l'assessore Schuler insieme all'europarlamentare Herbert Dorfmann e ad altri rappresentanti di Agriregions ha partecipato alla tavola rotonda sul tema "Il ruolo delle Regioni nella futura PAC".

Cos'è la Coalizione delle regioni agricole europee

La Coalizione delle regioni agricole europee (Coalition of Agriregions) è composta da 14 regioni di diversi paesi europei in cui l'agricoltura è competenza locale e che non sono favorevoli alla "rinazionalizzazione" della PAC. Oltre all'Alto Adige, fanno parte di Agriregions Emilia Romagna e Toscana (Italia), Azzorre (Portogallo), Andalusia, Castiglia e León ed Estremadura (Spagna), Bretagna, Alvernia-Rodano-Alpi, Nuova Aquitania e Paesi della Loira (Francia), Baden-Württemberg e Baviera (Germania) e Wielkopolska (Polonia).

ASP/mb

Galleria fotografica


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter