News

Merci pericolose, sicurezza su lavoro: Regioni approvano Odg di Kompatscher

Due ordini del giorno presentati oggi (25 settembre) a Roma dal presidente della Provincia di Bolzano Arno Kompatscher sono stati accolti dalla Conferenza delle Regioni. Riguardano richieste di intervento in materia di trasporti di sostanze pericolose e concertazione nel settore della formazione per la sicurezza sul lavoro.

Dopo il vertice con il ministro Lupi (si veda comunicato a parte), il presidente Arno Kompatscher ha partecipato alla Conferenza delle Regioni, dove ha presentato due ordini del giorno accolti dai colleghi governatori. Il primo riguarda i trasporti transfrontalieri di sostanze pericolose: Kompatscher ha ricordato che sono aumentati gli episodi di allarme alla stazione del Brennero, causati da perdite di sostanze chimiche anche pericolose. "Episodi che provocano preoccupazione nella cittadinanza e mettono a rischio l'intervento dei vigili del fuoco, spesso volontari, chiamati ad intervenire", ha spiegato Kompatscher. Per questo ha chiesto alle Regioni una presa di posizione congiunta per sollecitare un intervento del governo. L'ordine del giorno è stato approvato all'unanimità: "Si chiede l'impegno del governo ad adottare il prima possibile misure e regole in materia di trasporti transfrontalieri di sostanze pericolose, in modo da garantire la salute dei cittadini e delle forze di intervento", sintetizza il Presidente della Provincia.

Il secondo ordine del giorno presentato da Kompatscher e accolto dalle Regioni, che lo porteranno ora all'attenzione dello Stato, riguarda la formazione per la sicurezza sul lavoro e registra in particolare le perplessità in merito alla possibili novità nell'iter formativo della figura del responsabile e dell'addetto del servizio di prevenzione e protezione. "Un'eventuale revisione della normativa dovrebbe essere prima concordata con le parti sociali e dovrebbe essere orientata verso la sburocratizzazione e la riduzione degli oneri delle imprese, puntando sulla qualità", ha spiegato il Presidente della Provincia.

pf


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter