News

Grande interesse per la mobilità del futuro

Il convegno transfrontaliero "Prossima tappa il futuro: idee per una mobilità più sostenibile nei comuni", tenutosi nel pomeriggio di ogi, martedì 19 novembre 2013, a Palazzo Widmann a Bolzano, ha riscosso successo di pubblico. I lavori sono stati introdotti dall'assessore provinciale alla mobilità Thomas Widmann.

L'assessore provinciale alla mobilità Thomas Widmann ha aperto i lavori del convegno transfrontaliero "Prossima tappa il futuro: idee per una mobilità più sostenibile nei comuni" a Palazzo Widmann BZ (Foto: USP/A.Pertl)
Zoomansicht L'assessore provinciale alla mobilità Thomas Widmann ha aperto i lavori del convegno transfrontaliero "Prossima tappa il futuro: idee per una mobilità più sostenibile nei comuni" a Palazzo Widmann BZ (Foto: USP/A.Pertl)

La libertà di movimento è diventato un fattore irrinunciabile dal punto di vista sociale ed economico, ma il settore offre ottime potenzialità di riduzione delle emissioni e abbattimento dei consumi. Cresce l'attenzione a livello locale ed internazionale verso le modalità intelligenti di gestione della mobilità. L'attualità dell'argomento si è rispecchiata nell'ampia adesione al convegno odierno "Prossima tappa il futuro: idee per una mobilità più sostenibile nei Comuni " che ha portato a Bolzano  un centinaio di partecipanti provenienti da Adige, Tirolo e Centro e Nord Italia. Implementare forme innovative e sostenibili di trasporto e rafforzare la sensibilità per la mobilità ecosostenibile, questo l'obiettivo alla base del convegno transfrontaliero.
"In una giornata lavorativa media, il 77 per cento della popolazione altoatesina si mette in movimento, un terzo di questi si sposta per motivi di lavoro: la mobilità è diventata un elemento imprescindibile della nostra quotidianità", ha evidenziato l'assessore alla mobilità Thomas Widmann nella sua introduzione. Motivo in più per promuovere con forza le alternative ecologiche alla macchina individuale, sostiene Widmann. Il primo presupposto verso una mobilità più sostenibile sarebbe una rete efficiente di trasporto pubblico, realizzata ed estesa in modo rilevante negli ultimi anni nel territorio altoatesino. Ora, secondo Widmann, la sfida si giocherà sul piano delle soluzioni specifiche per le zone a maggiore traffico automobilistico, ma anche sensibilizzando nuovi gruppi target rispetto alle loro abitudini di spostamento e investendo in progetti innovativi che permettano di ridurre le emissioni.
Il convegno si è focalizzato su diversi esempi pratici di successo soprattutto a livello comunale; uno dei temi centrali è stata la mobilità ciclabile. I relatori locali, italiani ed esteri hanno fornito consigli su come mettere in pratica e comunicare efficientemente progetti di mobilità, presentando alcuni esempi modello come il progetto "Sharrows", nato per favorire la ciclabilità nel Comune tirolese di Rette, oppure il progetto esemplare di mobilità elettrica e ciclabile del Comune di Pisa, a cui è stato conferito il premio "Klimaenergy Award 2013".
Andreas Pichler, direttore dell'Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige afferma che "La mobilità del futuro sarà un mix intelligente di diverse soluzioni. La bici e gli approcci che ne facilitano l'utilizzo nella pianificazione territoriale rivestono la stessa importanza di un'offerta funzionante di trasporto pubblico."
Degna di interesse anche la presentazione del sistema Metrobus che dovrebbe ridurre in modo sostanziale il traffico automobilistico tra l'Oltradige e Bolzano; è stata infine illustrata l'importanza del marketing emozionale sulla via verso una nuova cultura della mobilità.
L'evento è stato organizzato nell'ambito del progetto Interreg "Mobilità senza barriere", un progetto comune promosso dall'Alleanza per il clima Tirolo, dall'Ökoinstitut Südtirol/Alto Adige, dalla Ripartizione mobilità della Provincia di Bolzano e dal Land Tirolo, cofinanziato dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale e che ha come obiettivo l'abbattimento delle barriere al trasporto pubblico, alla mobilità pedonale e ciclabile e l'informazione e sensibilizzazione a favore delle varie forme di mobilità sostenibile.   
Nel corso della manifestazione sono stati premiati anche i vincitori del concorso "Strade in fiori", organizzato nell'ambito della Settimana europea della mobilità a settembre con l'obiettivo di intervenire in modo creativo per trasformare le strade in spazi vitali. Hanno partecipato all'iniziativa 16 Comuni altoatesini e del Nord Tirolo; il vincitore finale è il Comune di San Leonardo in Passiria, dove le strade sono state colorate dai giovani in collaborazione con l'ufficio giovani locale; il premio è stato conferito dal rappresentante nordtirolese Oliver Kirchner, mentre il direttore dell'Agenzia provinciale per la mobilità Roberto Rubbo ha premiato il Comune di Wörgl come vincitore del Land Tirolo per aver trasformato e ravvivato un tratto di strada chiuso al traffico con un ricco programma di intrattenimento.
Come uno dei primi eventi il Alto Adige, il convegno sulla mobilità è stato certificato dall'Agenzia per l'ambiente dell'Alto Adige come "goingGreen Event", in quanto pianificato, organizzato e realizzato secondo criteri di sostenibilitá. Oltre agli aspetti ambientali (informazioni su come raggiungere il luogo con mezzi pubblici e in bicicletta, utilizzo di carta riciclata, risparmio energetico, raccolta differenziata, stoviglie riutilizzabili, uso di detergenti biodegradabili, distribuzione mirata di tutti i materiali stampati ecc.) si pone attenzione anche agli aspetti sociali e al sostegno dell'economia regionale e locale, ad esempio favorendo prodotti stagionali, biologici, regionali e del commercio equo e solidale nella ristorazione.


(SA)


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter