News

Presentata la prima campagna transfrontaliera sulla sicurezza stradale "Don’t drink and drive"

Gli assessori provinciali altoatesini Richard Theiner, Thomas Widmann e Florian Mussner assieme al collega Bernhard Tilg, assessore alla sanità del Tirolo ed ai rappresentanti istituzionali della Provincia di Trento, hanno presentato la nuova campagna sulla sicurezza stradale al Mercatino di Natale di Bolzano il cui slogan comune è "Don’t drink and drive".

lla presentazione della campagna "Don’t drink and drive" (da sin.): Norbert Blaha (Kuratorium für Verkehrssicherheit), assessore Bernhard Tilg, Walter Meister (associazione albergatori HGV), assessore Richard Theiner, assessore Thoma
Zoomansicht lla presentazione della campagna "Don’t drink and drive" (da sin.): Norbert Blaha (Kuratorium für Verkehrssicherheit), assessore Bernhard Tilg, Walter Meister (associazione albergatori HGV), assessore Richard Theiner, assessore Thoma
"Don’t drink and drive"
Zoomansicht "Don’t drink and drive"

Alto Adige, Tirolo e Trentino hanno testimoniato questo pomeriggio (25 novembre) il proprio impegno comune per prevenire i pericoli legati al consumo di alcol ed alla guida presentando in Piazza Walther a Bolzano, sede del tradizionale Mercatino di Natale, la campagna transfrontaliera "Don’t drink and drive" che in italiano suona “Puoi dirlo forte: se bevo, non guido” frutto della mozione discussa a Mezzolombardo, nell’ambito della seduta congiunta delle assemblee legislative delle tre Province.

Il frutto di questa collaborazione è una campagna sulla sicurezza stradale, che affronta il tema del consumo di bevande alcoliche, che soprattutto nel periodo natalizio, tra mercatini e cene di Natale tra colleghi è molto attuale. Lo scopo è quello di ricordare a tutti i cittadini quanto possa essere pericolosa la combinazione alcol-guida, che va assolutamente evitata, e di sensibilizzarli ad un consumo ridotto e consapevole di bevande alcoliche.
Plakat Verkehrssicherheitskampagne Euregio

Analisi statistiche hanno rilevato che in Alto Adige nel 2008 si sono verificati 70 incidenti stradali per motivi legati alla guida in stato d’ebbrezza. Una delle vittime ha perso la vita. 1160 patenti sono state ritirate dalla polizia per guida in stato d’ebbrezza. La media del tasso alcolemico rilevato ammonta a 1,5 per mille. Questo valore supera notevolmente il limite massimo previsto dalla legge, pari a 0,5 per mille.

In Tirolo, nel 2009, le persone coinvolte in incidenti stradali causati dall'eccessivo consumo di alcol sono state 321. Purtroppo una delle vittime ha perso la vita. Un dato particolarmente tragico: più di un terzo (35%) delle vittime di incidenti stradale causati dall’alcol, non avevano nemmeno consumato alcol personalmente. Un dato di fatto positivo è il calo del 10 % degli incidenti legati al consumo eccessivo di alcol, dal 2008 al 2009.

E' da tenere presente in generale che il rischio di incidenti aumenta in maniera drammatica sotto l'effetto dell'alcol. Con un tasso alcolemico dell’ 0,5 per mille la probabilità di causare un incidente aumenta già di ben 5 volte, rispetto alla probabilità in stato di sobrietà totale.

La campagna "Don’t drink and drive" ideata dal “Curatorio per la sicurezza stradale del Tirolo“ e già nota a livello internazionale è stata ampliata ed adattata alle esigenze delle tre province, per dar luogo ad una prima azione comune.

Lo slogan in italiano che apparirà quindi sui manifesti della campagna sarà: “Puoi dirlo forte: se bevo non guido - don’t drink and drive".

Nel corso della presentazione odierna della campagna di sensibilizzazione l’assessore provinciale alla mobilità Thomas Widmann ha affermato che: “Per molti un buon “vin brulè” nel periodo Natalizio è ormai una tradizione irrinunciabile. L’importante è che in caso di consumo di bevande alcoliche, la macchina rimanga parcheggiata dov’è! La soluzione ideale potrebbe essere quella di spostarsi da casa direttamente con i mezzi di trasporto pubblici”.

L’assessore provinciale alla sanità ed alle politiche sociali, Richard Theiner, ha quindi aggiunto “La prevenzione nel consumo di bevande alcoliche, che quest’anno segue lo slogan del “Bere responsabile” è uno dei temi che ci sta più a cuore, in quanto responsabili della politica sociale e sanitaria. E per ciò che riguarda l’utenza delle strade, c’è un’unica regola possibile da seguire: “Se bevo, non guido!”.

L’assessore Florian Mussner ha sottolineato “In Alto Adige investiamo ogni anno molti fondi per garantire sicurezza sulle strade. Questa campagna transfrontaliera è un importantissimo primo passo per rafforzare la consapevolezza dell’utenza stradale”. Analoghi concetti sono stati quindi ribaditi dai rappresenti della Provincia di Trento, Marzio Maccani, della polizia amministrativa e Luciano Pontalti dei servizi sanitari.

L’assessore alla sanità del Tirolo del Nord, Bernhard Tilg, rimarcando la gravità dei dati riguardanti il consumo di alcol da parte dei guidatori, ha posto l’accento sul fatto che nel 2008 e 2009 si è registrato un calo del 10% degli incidenti legati all’alcol. Questo risultato, secondo Tilg, è da ricondurre sia ai maggiori controlli da parte della Polizia che ad una maggiore sensibilizzazione della popolazione.

In Alto Adige la compagna viene sostenuta dalla Provincia autonoma di Bolzano e dall’unione albergatori e pubblici esercenti (HGV). In Trentino la campagna è stata realizzata della Provincia Autonoma assieme all’Azienda Provinciale per i Servizi Sanitari mentre in Tirolo l’iniziativa del “Curatorio per la sicurezza stradale” è giunta alla sua tredicesima edizione ed è sostenuta dalla Provincia Tirolo, da ORF Radio Tirol, dalla stampa comprensoriale, dall’ associazione imprese trasporti locale, dalla camera di commercio e dall’azienda sanitaria del Tirolo.

Download manifesti:

Partner:


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter