News

"Ri-emergere": la Provincia autonoma di Trento dà voce a bambini, ragazzi e famiglie nell’emergenza Covid19

I risultati del monitoraggio saranno restituiti aggregati a livello provinciale per Comunità di valle

La Provincia autonoma di Trento vuole essere vicina alle famiglie e aiutarle in questo momento difficile
Zoomansicht La Provincia autonoma di Trento vuole essere vicina alle famiglie e aiutarle in questo momento difficile

La Provincia autonoma di Trento vuole essere vicina alle famiglie e aiutarle in questo momento di particolare sofferenza. La famiglia si trova compressa tra problematiche economiche, sociali, educative e di cura e occorre, dunque, comprendere le sue fatiche, per fornire strumenti e supporti adeguati. L’ente provinciale ha attivato, tramite l’Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili, il Dipartimento Salute e politiche sociali e con il supporto scientifico della Fondazione Franco Demarchi, un percorso di accompagnamento alle famiglie che si articolerà in due fasi: un monitoraggio, tramite somministrazione di questionari a famiglie, ragazzi e bambini e, a seguito dei risultati, l’aggiornamento del portale www.trentinofamiglia.it, offrendo informazioni e materiali di riflessione educativa che potranno essere utili per affrontare il momento attuale e le possibili trasformazioni future.
I questionari sono anonimi e conformi al rispetto della privacy e saranno disponibili sul sito www.trentinofamiglia.it a partire dal 28 aprile 2020.

L’emergenza Covid19 che stiamo vivendo è una crisi sanitaria senza precedenti che ha ed avrà un impatto socio-economico enorme sulle comunità a tutti i livelli. L’attenzione della Provincia autonoma di Trento è rivolta in particolar modo ai soggetti più fragili e vulnerabili, in primis le famiglie, i bambini, gli adolescenti e coloro che vivono in contesti di fragilità e in condizioni di svantaggio economico, educativo e socio-relazionale.

Come aiutare le famiglie in questo momento? Come sostenere bambini e adolescenti che non hanno più il supporto della scuola, dei servizi della prima infanzia, delle reti educative, degli operatori socio-sanitari, in una parola della "comunità educante”? Una prima risposta è dare loro voce, renderli protagonisti. E dunque l’ente provinciale ha pianificato di effettuare un monitoraggio su tutto il territorio provinciale, tramite la somministrazione di 3 diversi questionari: un questionario rivolto ai genitori, contenente anche una parte espressamente dedicata ai figli eventualmente presenti in famiglia tra 0 e 4 anni; un questionario rivolto a bambine/i da 5 a 8 anni; un questionario rivolto a ragazze/i da 9 a 19 anni. Il lavoro vedrà la regia della Provincia autonoma di Trento (Assessorato all’istruzione, università e cultura e Assessorato alla salute, politiche sociali, disabilità e famiglia), tramite Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili, Dipartimento Salute e politiche sociali e Fondazione Demarchi e il Forum delle Associazioni familiari del Trentino.

I risultati dei questionari saranno uno strumento volto non solo a rilevare bisogni, sentimenti e preoccupazioni, ma anche a raccogliere preziose indicazioni per affrontare le sfide attuali e per costruire nuove opportunità per le famiglie. Si è scelto di riservare un questionario dedicato ai bambini e ai ragazzi, poiché si ritiene che non sia possibile progettare efficaci politiche per la famiglia senza ascoltare la loro voce, tanto più in un momento di profonda trasformazione sociale e relazionale come questo.

Veniamo nello specifico alla struttura dei questionari: accanto ad alcune informazioni generali, l’indagine prenderà in considerazione le seguenti aree tematiche (diversificate a seconda dell’età): relazioni, vita quotidiana, stili di vita e salute, preoccupazioni, condizione occupazionale, conciliazione vita-lavoro, percezione relativa agli interventi, scuola e nuove tecnologie, prospettive di cambiamento. I questionari sono anonimi e conformi al rispetto della privacy e saranno disponibili sul sito www.trentinofamiglia.it a partire dal 28 aprile 2020.

I risultati del monitoraggio saranno restituiti aggregati a livello provinciale per Comunità di valle e questa azione intende essere solo una prima tappa del percorso di accompagnamento alle famiglie, che proseguirà con un costante aggiornamento del portale dell’Agenzia per la famiglia, natalità e politiche giovanili www.trentinofamiglia.it. Il portale, anche grazie ai risultati dell’indagine, verrà tenuto aggiornato per offrire informazioni utili, quali interventi economici, servizi a supporto delle famiglie sul territorio, materiali di riflessione educativa ed altro, che saranno d’aiuto per affrontare il momento attuale. Si manterrà costante il lavoro di rete con le diverse realtà educative del territorio e l’ormai consolidata collaborazione tra la PAT e l’Unicef volta a sostenere interventi per la promozione della salute e dello sviluppo ottimale dei bambini, dei ragazzi e delle loro famiglie.

Ufficio stampa PaT (an)

» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter