News

Molto seguito il convegno euroregionale “Sviluppo demografico. C’entro anch’io"

Ha riscosso un notevole interesse il convegno “Sviluppo demografico. C’entro anch’io” tenuto alla “Haus der Familie” al Renon in Alto Adige.

Circa 120 parteicpanti hanno aprtecipato al convegno al Renon. Foto: LPA/Barbara Franzelin
Zoomansicht Circa 120 parteicpanti hanno aprtecipato al convegno al Renon. Foto: LPA/Barbara Franzelin
da sin: Rettore universitario Walter Lorenz, capi di ripartizioni Luca Critelli e Helmuth Sinn, moderatrice Maria Sparber, relatore Rainer Münz, Michael Mayr e Assessora Martha Stocker
Zoomansicht da sin: Rettore universitario Walter Lorenz, capi di ripartizioni Luca Critelli e Helmuth Sinn, moderatrice Maria Sparber, relatore Rainer Münz, Michael Mayr e Assessora Martha Stocker
Lo sviluppo demografico al centro di un convegno alla "Haus der Familie"
Zoomansicht Lo sviluppo demografico al centro di un convegno alla "Haus der Familie"
Rainer Münz Foto: LPA/Barbara Franzelin
Zoomansicht Rainer Münz Foto: LPA/Barbara Franzelin

Lo sviluppo demografico avrà influenze notevoli sul futuro sviluppo sociale ed economico. È perciò necessario lavorare fin d’ora sugli scenari del domani: in maniera globale, interdisciplinare e sovraregionale.

Sulla base di questa considerazione il Dipartimento salute, sport, politiche sociali e lavoro ha organizzato oggi (13 ottobre) presso il Centro Convegni “Haus der Familie” a Soprabolzano il convegno “Sviluppo demografico. C’entro anch’io” al quale hanno preso parte numerosi esperti del settore che hanno svolto i loro interventi di fronte ad una sala gremita.  

In base ai dati dell’Istituto provincia ledi statistica il numero delle persone anziane è passato dai 43.500 del 1975 ai 100.000 del 2015. Le ripercussioni di questa profonda trasformazione demografica della nostra società sono state al centro del convegno odierno. Nel corso del suo intervento di apertura del convegno l’assessora provinciale Martha Stocker ha affermato “Tutti parlano di demografia anche se in maniera frammentaria. Nel mio Dipartimento che spazia dalla sanità al sociale, dallo sport al lavoro ci rendiamo conto che la trasformazione della struttura demografica della nostra società ha ripercussioni i tutti gli ambiti e richiede attenzione sia che si parli di riforma sanitaria che di lavoro per le nuove generazioni e di iniziative per il tempo libero per giovani ed anziani. Ma la problematica va ben al di là di questi ambiti e coinvolge naturalmente la formazione, l’economia nel suo complesso e la cultura. Queste tematiche, tra l’altro, saranno trattate prossimamente anche nell’ambito dell’Euregio”.

Hanno quindi preso la parola i relatori . Rainer Münz, consulente della commissione dell’Unione Europea ha trattato il tema “Lo sviluppo demografico nel mondo e in Europa. Scenari e opportunitá?“;  Giulia Cavrini,  docente di statistica sociale all’Universitá di Trento, e Federica Viganó, docente di economia applicata alla Libera Università di Bolzano hanno trattato “Il cambiamento demografico in Alto Adige e nell’Euregio. Scenari per una regione alpina nel cuore dell’Europa”, Walter Lorenz, rettore della LUB ha svolto una relazione sul tema “Demografia e futuro. Io, la tecnologia e la comunità. Come ci riusciamo?“.

Il convegno era rivolto ai rappresentanti della politica, delle associazioni, delle parti sociali, della scienza e ricerca, della formazione, dei media e interessati dell’Alto Adige, Tirolo e del Trentino.

 

FG


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter