News

Scambio internazionale di esperienze dell'Ufficio famiglia, donna e gioventù

Si è svolto nei giorni scorsi il tradizione incontro trilaterale tra gli uffici che si occupano del settore giovanile nell’ambito delle politiche sociali al quale hanno preso parte rappresentanti della Provincia di Bolzano, della Baviera e del Tirolo del Nord.

Nella foto: Gertraud Gaugg (Tirolo), Eva Götz, Carsten Bückner, Maria Kurz-Adam (Monaco), l'assessora tiroles, Christine Baur, Silvia Rass-Schell (Tirolo), Petra Frei, Sabine Krismer (Provincia di Bolzano), Reinhard Stocker-Waldhuber (Tirol)
Zoomansicht Nella foto: Gertraud Gaugg (Tirolo), Eva Götz, Carsten Bückner, Maria Kurz-Adam (Monaco), l'assessora tiroles, Christine Baur, Silvia Rass-Schell (Tirolo), Petra Frei, Sabine Krismer (Provincia di Bolzano), Reinhard Stocker-Waldhuber (Tirol)

Tema centrale dell'incontro al quale ha preso parte per l'Ufficio famiglia, donna e gioventù Petra Frei e Sabine Krismer, è stata l'inclusione scolastica di bambini e giovani affetti da disabilità.

In questo ambito la Provincia di Bolzano svolge un ruolo all'avanguardia, infatti mentre in Baviera e nel Tirolo del Nord, per i bambini ed i giovani disabili esistono ancora la cosiddette classi speciali, in Alto Adige come è noto vi sono degli insegnanti specificatamente dedicati all'integrazione scolastica dei giovani affetti da disabilità.

Questi operatori si dedicano individualmente ai ragazzi affetti da disabilità allo scopo di garantire il loro diritto alla formazione ed all'educazione nell'ambito di percorsi di apprendimento individualizzati, sino al raggiungimento della maggiore età.

Nel corso dell'incontro sono stati quindi analizzati i diversi modelli di lavoro nell'ambito del sociale adottati nelle tre realtà territoriali.

 


(USP/FG)


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter