News

Dalla Giunta: bando Interreg da 21 milioni, domande dal 12 aprile

Natura e cultura, competenze istituzionali: questi i due assi del nuovo bando del programma Interreg. Risorse per 21 milioni di euro, domande dal 12 aprile.

La homepage del programma Interreg Italia-Austria
Zoomansicht La homepage del programma Interreg Italia-Austria

Via libera della Giunta provinciale, nel corso della seduta di oggi (11 aprile) al secondo avviso del programma Interreg V-A Italia-Austria, che mette a disposizione fondi pari a 21 milioni di euro. Il programma Interreg si pone come obiettivo quello di rafforzare la cooperazione transfrontaliera nella zona di confine tra I due paesi favorendo non solo l’integrazione, ma anche uno sviluppo sostenibile: per il periodo che va dal 2014 al 2020 sono stati stanziati 98 milioni di euro, la maggior parte dei quali (82 milioni) garantiti dal Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR) oltre ai contributi nazionali di Italia e Austria.

Lo scorso anno, per il primo bando relativo all’asse prioritario di investimenti legato a ricerca e innovazione, furono approvati 40 dei 66 progetti, mentre per il 2017 è la volta da un lato di natura e cultura, e dall’altro delle competenze istituzionali. Per quanto riguarda il primo asse, si tratta di sostenere progetti in grado di favorire la conservazione, la promozione e lo sviluppo del patrimonio naturale e culturale del territorio, con particolare attenzione a bio- e geodiversità. A disposizione vi sono 10 milioni di euro, possono presentare richiesta di accesso ai contributi amministrazioni pubbliche, università, associazioni, enti di formazione, organizzazioni ambientali, enti di gestione di parchi e aree naturali, organizzazioni economiche e turistiche, nonchè piccole e medie imprese private.

L’asse prioritario competenze istituzionali, invece, potrà contare su un budget di 11 milioni di euro, destinati a finanziare progetti di cooperazione fra pubbliche amministrazioni in temi centrali come mobilità, sanità, prevenzione dei rischi e formazione. “Sono convinto che anche questa volta – sottolinea il presidente Arno Kompatscher – ci sarà la possiblità di sostenere progetti non solo in grado di rafforzare la cooperazione transfrontaliera, ma anche in grado di rendere più efficienti i partner altoatesini che potranno arricchire le loro competenze beneficiando di un confronto con realtà simili poste al di fuori dei confini locali”.

I progetti ammessi al finanziamento del programma Interreg V-A Italia-Austria potranno ricevere contributi fino ad un massimo dell’85% dei costi ammessi, i beneficiari dovranno avere sede nelle regioni di confine, ovvero Alto Adige, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Tirolo, Carinzia e Salisburgo. Le domande potranno essere presentate dal 12 aprile al 30 giugno tramite la piattaforma onlinea "coheMON", tutti gli ulteriori dettagli sono a disposizione sul web all’indirizzo www.interreg.net.

(mb)


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter