News

Interreg Italia-Austria: selezionati i primi 40 progetti

Sono stati selezionati i primi 40 progetti di cooperazione transfrontaliera da finanziare con il Programma Interreg V A Italia-Austria.

Ok a 40 progetti dal Comitato direttivo transfrontaliero del programma di cooperazione Interreg V-A Italia-Austria
Zoomansicht Ok a 40 progetti dal Comitato direttivo transfrontaliero del programma di cooperazione Interreg V-A Italia-Austria

Riunito a Carezza, il Comitato direttivo transfrontaliero del programma di cooperazione Interreg V-A Italia-Austria, incaricato di selezionare i progetti dal Comitato di sorveglianza, si è espresso a favore del finanziamento di quasi 40 progetti transfrontalieri. Il Programma promuove l’integrazione e lo sviluppo sostenibile nell’area di confine tra l’Italia e l’Austria e fino il 2020 potrà contare su risorse per 98 milioni di euro, di cui più di 82 milioni di finanziamento del Fondo europeo di sviluppo regionale (FESR) e cofinanziamento nazionale. L'area copre i Länder Salisburgo, Tirolo e Carinzia, nonché le regioni Veneto e Friuli-Venezia Giulia e la Provincia di Bolzano.

Nell’ambito del primo avviso, aperto dal 14 marzo fino al 6 giugno 2016, potevano essere presentate proposte progettuali nei tre assi tematici "Ricerca e innovazione", "Natura e cultura" e "Istituzioni". I fondi FESR a disposizione di questo avviso ammontavano a 30 milioni di euro. Sono state presentate 66 proposte per un totale di 49 milioni richiesti: per "Ricerca e innovazione" 29 milioni, per "Natura e cultura" 15,5 milioni e per "Istituzioni" 5 milioni.

Soddisfatto Peter Gamper, dell'Autorità di gestione del programma di cooperazione e direttore dell'Ufficio provinciale per l'integrazione europea: "Già nella fase preparatoria le nostre aspettative sono state superate riguardo alla qualità dei progetti presentati. Pertanto il processo di valutazione, che è durato circa quattro mesi, si è svolto a un livello molto alto. I progetti possono dare un contributo reale e prezioso allo sviluppo sostenibile dell’area di confine e un rilevante valore aggiunto transfrontaliero alle regioni interessate."

Il Comitato direttivo è composto da rappresentanti delle regioni del programma, la Commissione europea, i due Stati membri e il partenariato socio-economico. L'Autorità di gestione presiede il Comitato. Il risultato della selezione sarà formalizzato nelle prossime settimane dall'Autorità di gestione e i capofila dei progetti saranno informati per iscritto della decisione. 

pf


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter