News

Dalla Giunta: programma Interreg, 97 milioni per ricerca e innovazione

Quasi 97 milioni di euro a sostegno di ricerca, innovazione, competitività, collaborazione fra istituzioni, patrimonio naturale e patrimonio culturale. Questo il contenuto del programma Interreg V approvato oggi (15 settembre) dalla Giunta provincial dell'Alto Adige: il progetto riguarda Italia e Austria, e coinvolge sei regioni che puntano su piattaforme comuni di lavoro.

Il programma Interreg V discusso in Giunta punta a trovare soluzioni comuni, per problemi comuni, in un territorio popolato da 5,5 milioni di persone sparse fra Italia e Austria in sei diverse regioni: Alto Adige, Tirolo, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Salisburgo e Carinzia. "Le sfide che i singoli territori sono chiamati ad affrontare risultano piuttosto simili - ha commentato il presidente Arno Kompatscher - e dunque la ricerca di forme di collaborazione, che in futuro potrebbero coinvolgere anche il Trentino, è particolarmente sensata". Dopo il passaggio in Giunta, la palla passa ora alla Ripartizione Europa, che avrà il compito di tradurre le idee in progetti concreti aprendo le necessarie trattative con organi e funzionari della UE.

Il programma, in ogni caso, prevede 5 assi, per un totale di 96,8 milioni di euro di investimenti. Il primo asse (17,9 milioni) riguarda ricerca, innovazione e sviluppo tecnologico, "e prevede - ha spiegato Kompatscher - il rafforzamento della collaborazione transfontaliera fra gli enti e le istituzioni che si occupano della materia, con il coinvolgimento diretto delle imprese". Il secondo asse, che può contare su una dotazione finanziaria di 12,8 milioni di euro, punta invece sul miglioramento della competitività di piccole e medie imprese, con la previsione di forme di sostegno a favore di una collaborazione transfrontaliera nello sviluppo di prodotti e servizi.

Poi si passa alla valorizzazione del patrimonio naturale e culturale (quasi 27 milioni di euro), mentre il quarto asse (20,2 milioni) si concentra sull'elaborazione di strategie comuni ("da tradurre in atti concreti", ha aggiunto Arno Kompatscher) tra le istituzioni delle diverse regioni. Poco più di 13 milioni di euro, infine, per il quinto e ultimo asse, riguardante le altre misure per lo sviluppo locale. In totale, dunque, il progetto Interreg V Italia-Austria, avrà a disposizione un budget di 96,8 milioni di euro per il periodo 2014-2020, con l'85% dei mezzi finanziari provenienti dal fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR) e il restante 15% a carico dello Stato. Per una gestione più mirata dei fondi a disposizione, la Provincia ha deciso che verranno istituite cinque autorità con compiti di amministrazione e controllo.

mb


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter