News

3 maggio: fine stagione per il quotidiano Bollettino valanghe dell'Euregio

Domenica 3 maggio 2020, il quotidiano valanghe.report è stato pubblicato per l'ultima volta per la stagione nevosa 2019/20. La homepage del Bollettino Valanghe dell'Euregio ha avuto oltre 2,3 milioni di visite nella passata stagione invernale. Il valanghe.report dell'Euregio è l'unico bollettino valanghe transfrontaliero e multilingue al mondo.

Fine stagione per il quotidiano Bollettino valanghe dell'Euregio
Zoomansicht Fine stagione per il quotidiano Bollettino valanghe dell'Euregio

Il 16 novembre 2019 il Servizio di alerta valanghe del Tirolo ha registrato il primo inizio della stagione lavorativa invernale nel settore dell'avviso valanghe. Le prime nevicate sono state seguite da uno degli inverni più secchi e meno soggetti a valanghe da quando, nel 1960, è stato fondato il Servizio d'allarme valanghe. In totale sono stati registrati cinque morti. Anche se ogni morto è uno di troppo, questo numero è relativamente basso, con una media di dodici morti a stagione", Rudi Mair, responsabile del Servizio d'allarme valanghe del Tirolo, riassume la stagione invernale 2019/20.

Restrizioni per i tour con gli sci a causa della crisi corona

L'esperto di valanghe tirolese sottolinea inoltre una particolarità verso la fine di questa stagione invernale: "Normalmente il servizio di avviso valanghe tirolese riceve ogni giorno circa 50 feedback dagli scialpinisti sui loro percorsi, sulle loro condizioni e sulle segnalazioni di pericolo. Con l'inizio delle restrizioni iniziali, questi feedback sono stati ridotti a zero. Questo dimostra ancora una volta che gli appassionati di sport invernali hanno rispettato le restrizioni iniziali e la raccomandazione di astenersi dallo sci alpinismo."

Cifre, dati e fatti del Servizio di allarme valanghe Tirolo

Nella passata stagione invernale sono stati preparati complessivamente 170 rapporti sulla situazione valanghe. Inoltre, 589 profili di neve in 29 regioni sono stati registrati dai collaboratori del Servizio di allarme valanghe del Tirolo e da osservatori volontari. La maggior parte dei profili di neve sono stati disegnati nelle Alpi settentrionali dell'Ötztal e dello Stubai - seguite dalle Alpi centrali dello Stubai, dalle Alpi settentrionali della Zillertal e dalla Silvretta.

Armin Gluderer


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter