News

Youth at the top, giovani sulle vette sopra Braies

Undici giovani hanno partecipato a Braies all'iniziativa promossa dall'ufficio parchi naturali e da Cai e Alpenverein.

Ragazzi in alta quota Foto: USP/Parco naturale Tre cime
Zoomansicht Ragazzi in alta quota Foto: USP/Parco naturale Tre cime

Passare la notte in una baita, raccogliere materiali naturali, e osservare animali selvatici. Sono solo alcune delle esperienze che hanno potuto fare gli 11 giovani  altoatesini che partecipavano all’azione Youth at the topGiovani in vetta. L’obiettivo dell’iniziativa promossa dall’ufficio parchi naturali della Provincia, dal Cai e dall’Alpenverein è quello di far avvicinare i bambini alla natura. Contemporaneamente l’iniziativa si svolge anche negli altri Paesi alpini: Francia, Austria, Germania, Slovenia e Svizzera. Il tema di questa edizione era “Miti e saghe delle montagne”:  L’azione Youth at the topo 2019 è stata coordinata da ALPARC – La Rete delle aree protette alpine e sostenuta dall’ufficio parchi.

“Le montagne - afferma l’assessora Maria Kuenzer Hochgruber - sono un luogo nel quale vanno alla scoperta della natura con tutti i sensi, fanno esperienze positive e imparano a sviluppare attenzione verso l’ambiente”.

La manifestazione quest’anno si è tenuta nella zona di  Braies, dove i ragazzi hanno pernottato in una malga, hanno raccolto legna e pietre e creato le figure della leggenda dei Fanes, e, infine, fatto un’escussione sul Monte Specie (Strudelkopf). Per la prima volta si è svolto anche un video-contest dal titolo “Racconta le tue leggende sulle montagne”. 

 

(USP)


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter