News

Bolzano e Innsbruck cambiano volto: smart cities tra cinque anni

Un risparmio energetico del 40% in cinque anni in alcuni quartieri dovranno fare di Bolzano un modello europeo in tema di efficienza energetica: l'UE ha approvato il progetto e garantito al capoluogo un finanziamento adeguato. Le azioni sono stati presentati ad Innsbruck (25 marzo) e Bolzano (27 marzo).

I partner di SINFONIA presentano il progetto SINFONIA all'Eurac (GECT/Gluderer)
Zoomansicht I partner di SINFONIA presentano il progetto SINFONIA all'Eurac (GECT/Gluderer)
Già lunedì il progetto è stato presentato a Innsbruck; è stato presente Günther Platter, Capitano del Tirolo
Zoomansicht Già lunedì il progetto è stato presentato a Innsbruck; è stato presente Günther Platter, Capitano del Tirolo

Bolzano e Innsbruck daranno vita a un progetto esemplare in tema di efficienza energetica, con l'obiettivo di ridurre del 40% il consumo di energia primaria nel giro di 5 anni. Al progetto "Sinfonia", sostenuto con un congruo finanziamento dall'Unione Europea, i due capoluoghi alpini hanno partecipato con il sostegno del GECT dell'Euregio. "Oggi la Giunta provinciale ha registrato con piacere la comunicazione da Bruxelles che il progetto transfrontaliero inoltrato a inizio dicembre è stato classificato tra i migliori", ha spiegato il presidente Luis Durnwalder dopo la seduta di Giunta del 25 marzo 2013.

Risanare gli edifici e migliorare la rete di teleriscaldamento e di distribuzione dell’energia in otto isolati della zona sud-ovest di Bolzano. Con questi interventi, che verranno replicati in alcune aree di Innsbruck, i due capoluoghi potranno vantare quartieri ad altissima efficienza energetica entrando a far parte della rosa delle “città intelligenti” europee.

L’operazione si svolge nell’ambito del megaprogetto di ricerca Sinfonia; la Commissione europea ha convocato i partner da pochi giorni per la negoziazione del budget definitivo. I fondi destinati a Bolzano serviranno a EURAC, Comune, Istituto per l’edilizia sociale  (IPES), Agenzia CasaClima e Società elettrica altoatesina (SEL) per ridurre del 40 per cento il consumo di energia primaria e aumentare del 20 l’impiego di fonti rinnovabili. I partner a Innsbruck sono Standortagentur Tirol, Cluster energie rinnovabili, la città di Innsbruck, IKB, Neue Heimat Tirol, Università di Innsbruck, Liebherr-Hausgeräte Lienz, ATB Becker, alpS, Innsbrucker Immobiliengesellschaft e e3 consult.

SINFONIA: I punti di eccellenza

“Il progetto Sinfonia ha diversi punti di eccellenza: la collaborazione tra ricerca e pubblica amministrazione orientata ai bisogni concreti dei cittadini, ma anche la sinergia tra Bolzano e Innsbruck, due città simili dal punto di vista geografico e climatico, ma amministrate da ordinamenti diversi. È inoltre un’iniziativa che si inquadra perfettamente nella cornice del Corridoio verde del Brennero sostenuto dall’Euregio, il progetto con cui le province di Bolzano, Trento e il Land Tirolo si impegnano sia sul fronte delle politiche ambientali per ridurre il traffico, sia sul fronte delle politiche energetiche”, commenta Stephan Ortner, direttore dell’EURAC. 

Link:


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter