News

Consegnate all'UE le proposte sul futuro del bosco

Linee guida per la tutela e l’utilizzo del bosco di montagna, un pacchetto di misure per garantirne lo sviluppo sostenibile: è quanto propone l’Agenda sul bosco di montagna, un documento congiunto illustrato oggi (2 dicembre) a Bruxelles dal presidente della Provincia Luis Durnwalder e dai rappresentanti di Trentino, Tirolo, Baviera e dal Ministero dell’agricoltura austriaco e indirizzato alla Commissione UE.

Bosco a difesa delle calamità naturali
Zoomansicht Bosco a difesa delle calamità naturali
Il documento congiunto, elaborato in previsione della politica UE di sviluppo rurale dopo il 2013, è stato illustrato oggi nella sede dell'Euregio a Bruxelles dai politici firmatari, destinatari i rappresentanti della Direzione generale agricoltura e foreste dell'UE. "La discussione sulle future direttive politiche è in corso e diventa quindi necessario presentare le richieste delle Regioni alpine per una politica sostenibile a favore del bosco di montagna", ha detto il presidente Luis Durnwalder illustrando le proposte formulate da Alto Adige, Trentino, Tirolo, Baviera e Ministero dell'agricoltura austriaco e racchiuse in una sorta di agenda.

Le proposte interessano direttamente un quinto della popolazione europea, quello che vive nelle regioni montane, e prendono lo spunto da alcune linee guida che vanno dalla funzione del bosco a difesa delle calamità naturali allo sviluppo sostenibile della gestione forestale, fino all'utilizzo del bosco montano come fonte del legno, "inteso non solo come materia prima durevole nell'edilizia ma anche a scopi energetici", ha sottolineato Durnwalder.

Nel suo intervento a Bruxelles il Presidente della Provincia ha ricordato alcune delle misure concrete: "Chiediamo l'ampliamento del sostegno agli investimenti non produttivi per la cura del bosco e per la sua ricostruzione a seguito di incendi o calamità naturali." Nell'Agenda consegnata all'UE dalle Regioni alpine viene posta particolare attenzione allo sviluppo di reti regionali: "I progetti a favore del bosco avviati in cooperazione tra i territori o attraverso le iniziative locali del gruppi di azione Leader meritano un adeguato sostegno a livello europeo", ha confermato Durnwalder. I rappresentanti della Diezione generale agricoltura dell'UE vaglieranno il documento prima di elaborare le direttive della politica forestale dopo il 2013.

» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter