News

50 anni Passo Rombo: Una strada della Pace

I confini che uniscono: 50esimo anniversario della Strada sul Passo Rombo e inaugurazione della nuova struttura museale Timmel_Transit, sabato 15 settembre 2018.

Passo Rombo: Strada alpina della pace
Zoomansicht Passo Rombo: Strada alpina della pace
Grande afflusso del pubblico per l'anniversario della Strada del Passo Rombo
Zoomansicht Grande afflusso del pubblico per l'anniversario della Strada del Passo Rombo
Catena umana al Passo come simbolo della pace senza confini nel territorio Euregio
Zoomansicht Catena umana al Passo come simbolo della pace senza confini nel territorio Euregio
Cultura e tradizione non potevano mancare alla grande festa
Zoomansicht Cultura e tradizione non potevano mancare alla grande festa
Una delle strutture museali del Timmel_Transit
Zoomansicht Una delle strutture museali del Timmel_Transit
Il corno alpino per la Strada alpina del Passo Rombo
Zoomansicht Il corno alpino per la Strada alpina del Passo Rombo

I festeggiamenti in occasione del 50esimo anniversario della strada di Passo Rombo  si sono svolte all’insegna della pace e della cooperazione transfrontaliera. „È una strada della pace e lo dovrà rimanere anche per il futuro“ è stato il motto dell’iniziativa, che prendeva spunto dalla citazione dell’assessore tirolese Hermann Egger, il quale nel 1955 disse: „La strada di Passo Rombo deve essere una strada di pace che dovrà unire Italia e Austria. È lí dove vogliamo stringerci la mano.“

Per onorare questo pensiero, più di 400 ospiti hanno formato una catena umana che attraversava il confine italo-austriaco. Partendo dalla nuova struttura museale Timmel _Transit sul lato altoatesino fino al PassMuseum sul lato austriaco i presenti si prendevano per le mani, dando un segno di pace 100 anni dopo la fine della Prima Guerra mondiale.

Gothard Gufler, sindaco di Moso in Passiria e Ernst Schöpf, sindaco del Comune di Sölden, hanno dato il benvenuto agli ospiti e ai rappresentanti delle istituzioni. Gufler nel suo discorso ribadì l’importanza della cooperazione transfrontaliera e della connessione tra nord e sud.

Per il Presidente della Provincia autonoma di Bolzano nonchè Presidente dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino, la giornata odierna è un anniversario importante e particolare: „Quasi 100 anni dopo la fine della Prima Guerra mondiale e la creazione di un confine che ha spezzato la storica Contea del Tirolo, ci troviamo in questo posto per festeggiare che per ormai 20 anni non esistono più i controlli di frontiera e che oggi possiamo finalmente lavorare su quanto ci unisce, superando le divisioni del passato. Con l’EUREGIO noi continueremo per questa strada e daremo un contributo per l’unificazione europea.“

Josef Geisler, Vicecapitano del Land Tirolo nel suo intervento evidenziò come la strada di Passo Rombo svolge una funzione vitale per il Land Tirolo e la Provincia autonoma di Bolzano.

Dopo gli interventi istituzionali, la moderatrice Verena Pliger chiamava sul podio il gestore del progetto Konrad Pamer, l’architetto Werner Tscholl, il direttore della Ripartizione per la sicurezza stradale Philipp Sicher nonchè i partner di progetto dall’Ötztal Lukas, Alban e Attila Scheiber.

Il Sentiero Escursionistico Europeo E5 conduce su un tracciato di 3.200 km dalla costa atlantica francese a Venezia superando le Alpi. Una chicca è proprio la traversata dell'arco alpino in quella che è definita la tappa regina. Dal Rifugio Braunschweiger, nella valle austriaca del Pitztal, attraversa la valle dell'Ötztal e il Passo Rombo per arrivare fino a Moso in Val Passiria.

Lungo questa tappa nuovi punti di richiamo invitano l'escursionista a scoprire e stupirsi, a ricordare e imprimere nella memoria. Queste novità inserite lungo il percorso sono state realizzate nell'ambito di un progetto comunitario transfrontaliero del Comune di Moso in Passiria (BZ) e Ötztal Tourismus. Il progetto è stato finanziato dal Fondo Europeo per lo Sviluppo Regionale Interreg V-A Italia-Austria 2014-2020.

Oswald Kuenzer, parrocco di Moso in Passiria, ha di seguito inaugurato la struttura muselae „Timmel_Transit“. Una ex casermetta sul versante italiano del Passo Rombo, a quota 2.500 metri di altitudine, è stata trasformata in un vero e proprio museo che racconta la storia della strada che porta al passo: materiale fotografico inedito sulla costruzione dell'opera e interviste con testimoni  dell'epoca raccolta sia in Val Passiria che nella Ötztal.

I festeggiamenti sono stati accompagnati dalla banda musicale giovanile della Val Passiria e del Ötztal sotto la guida di Werner Klotz, degli musicisti del Alphorn di Plata in Passiria e dalla banda musicale di Corvara. A completare l’iniziativa c’erano 50 oldtimer originali degli anni sessanta, periodo dell’ultimazione della strada di Passo Rombo, nonchè automobili elettrici che segneranno il futuro del traffico.

È stato inoltre presentato al pubblico il nuovo libro „Übers Timmelsjoch“ della casa editrice Athesia, mentre al pomeriggio è stato proiettato il documentario „Ötztal – Passeiertal – Timmelsjoch“ del regista Philipp J. Pamer – sempre a quota di 2.500 m di altitudine.

Già da due anni il Comune di Moso in Passiria e l’organizzazione turistica della Ötztal lavorano a un progetto comune di valorizzazione sostenibile dell’area di Passo Rombo, cofinanziato grazie ai fondi del programma Interreg V-A Italia-Austria. Grazie a proposte turistiche e culturali a basso impatto ambientale l’area viene valorizzata e messa in connessione con le regioni limitrofe. Il programma di cooperazione internazionale Interreg V-A Italia-Austria sostiene lo sviluppo sostenibile dell’area e l’integrazione armonica delle zone di confine fra Italia e Austria. L’obiettivo principale di questo programma di cooperazione è il rafforzamento della cooperazione territoriale e la tutela della qualità della vita e della competitività al confine fra Italia e Austria.

Intervista (mp4):

https://we.tl/t-vCwnez1UKV

INTV KONRAD PAMER 1+2 IT.mp4


» Tutte le news


Condividi:  Facebook google+ twitter