Tandem di progetto

Questa pagina offre una panoramica dei tandem di collaborazione che si sono formati nel territorio del GECT "Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino" e nel territorio del GECT Euregio Senza Confini.

Le aree tematiche coperte dalle cooperazioni istituzionali sono le seguenti:

 

PREVENZIONE E GESTIONE DELLE CATASTROFI

Idea di progetto: Cooperazione transfrontaliera nella gestione delle catastrofi in ambito alpino

Partner di progetto: UMIT (T), EURAC (BZ); coach di progetto: Susanne Delle Karth

L'obiettivo di questo progetto è di rafforzare la cooperazione transfrontaliera attiva in caso di catastrofe, offrendo una formazione universitaria nelle tre parti del Tirolo (Nord, Sud ed Est). La gestione efficace delle catastrofi viene determinata essenzialmente da condizioni sociali, economiche, istituzionali ed infrastrutturali e chiede l'insegnamento di conoscenze di base e specialistiche a seconda del tipo di catastrofe, combinata con le esigenze della cooperazione transfrontaliera nella regione alpina.

🎤“I cataclismi non conoscono confini di stato. Una stretta collaborazione preventiva nella gestione delle catastrofi oltre i confini nazionali è pertanto indispensabile e di vitale importanza.” Margit Raich (UMIT), coordinatrice del progetto

 

Idea di progetto: Radar delle precipitazioni

Partner di progetto: Dipartimento della Protezione civile e prevenzione delle catastrofi (Tirolo) (T), Agenzia della Protezione civile (Alto Adige) (BZ), Istituto Centrale di Meteorologia e geodinamica (T); coach di progetto: Susanne Delle Karth

La copertura con i radar delle precipitazioni in alcune zone del Tirolo, dell'Alto Adige e del Vorarlberg è insufficiente. Ciò rende difficile individuare forti precipitazioni ed altri fenomeni atmosferici, il cui numero aumenterà a causa del cambiamento climatico. Il progetto conta già su un ampio sostegno politico, come dimostra la decisione della “Seduta congiunta delle tre assemblee legislative” del 2019 di istituire una rete radar della zona Euregio. Nell'ambito di Fit4Co è stato preparato il progetto per Interreg V-A (CLLD Dolomiti Live) "RaDoLive", approvato nella primavera del 2020 CLLD DolomitiLive.

🎤 “Nel nostro campo la cooperazione transfrontaliera è di grande importanza. Il tempo si ferma raramente entro i confini amministrativi.” Marcel Innerkofler (Dipartimento Protezione Civile del Tirolo), coordinatore di progetto

Comuniato dell'Ufficio Stampa della Provincia di Bolzano su questo progetto: "Nuovo radar meteo di confine, si cerca il sito migliore."

(Nell'immagine il radar meteorologico sul Monte Macaion; 📸 Provincia Autonoma di Bolzano - Agenzia per la Protezione civile)

 

Idea di progetto: RAGNAR – Strumento perl‘analisi del rischio dei pericolinaturali sui sentieri alpini

Partner di progetto: Dipartimento per la protezione delleforeste, Servizio del paesaggio (Tirolo); Servizio turismo e sport – Ufficio interventi tecnici, patrimonio alpinistico e termale (Trentino); hanno seguito i partner in quanto membri del gruppo di lavoro su Ragnar: il Servizio forestale (Alto Adige), la società alpinisitica austriaca ÖAV (Tirolo). l'AVS – Alpenverein Südtirol (Alto Adige), e la SAT – Società degli Alpinisti Tridentini. Coach di progetto: Liebgard Fuchs

Le escursioni a lunga distanza sull'arco alpino sono in pieno boom. La caduta di massi non si ferma ai confini. I manutentori dei sentieri devono affrontare grandi sfide, soprattutto in tempi di cambiamento climatico. RAGNAR è uno strumento pratico e a bassa soglia per valutare i rischi sui sentieri alpini, fornendo una base affidabile per decidere se e, in caso affermativo, quali misure adottare. Nell’ambito di Fit4Co viene discusso questo strumento di analisi come una possibilità per un approccio uniforme all'interno dell'Euregio.

 

🎤 "Durante la mia Presidenza dell’Euregio, accolgo con favore anche l’impegno per sviluppare ulteriormente questo strumento a livello transfrontaliero con l’Alto Adige e il Trentino. Pertanto, il Programma INTERREG Italia-Austria sostiene questo lavoro attraverso il progetto Fit for Cooperation (Fit4Co).“ Günther Platter, capitano del Tirolo e presidente dell'Euregio

(Immagine in alto a sinistra: incontro del tandem ad Alpbach; immagine a sinistra: visita sul campo su un sentiero nella zona del Virgolo, foto con Castel Flavon a Bolzano; immagine a destra: Pannelli informativi “Insieme nel mondo alpino/Bergwelt miteinander”). Per poter avvertire gli escursionisti e gli alpinisti in modo specifico dei rischi, sono stati sviluppati appositi pannelli informativi che vengono fissati direttamente nel punto di pericolo.)

Più info nel servizio su Ragnar in una rivista specializzata nel settore dell'alpinismo.

 

Idea di progetto: Ideazione e realizzazione di modelli di rischio idraulico per il monitoraggio e la valutazione della tenuta idrogeologica delle opere idrauliche presenti nei corsi d’acqua minori

Partner di progetto: Ivan Minella, Comune di Santa Giustina (BL); Elena Ponte, Comune di Talmassons (UD); Marco Mazzilis, Comune di Comeglians (UD); Matthias Themessl, Istituto centrale di meteorologia e geodinamica - Unità di ricerca e innovazione (Vienna) - AT.

Nell’ottica di rafforzare la resilienza e la capacità di adattamento ai rischi legati al clima e ai disastri naturali, il progetto propone l’adozione di strumenti per il monitoraggio e la gestione delle opere idrauliche presenti nei corsi d’acqua minori della zona Euregio. L’obiettivo principale, infatti, è quello di evitare pericoli alla popolazione in occasione di eventi estremi, anche mediante il monitoraggio dell'eventuale aggravamento delle condizioni in cui si trovano le aree più "sensibili" e la predisposizione di sistemi di allertamento in tempo reale. Nell'ambito di Fit4Co è stato preparato il progetto Interreg Italia-Austria "Mo.Idra".

Il valore aggiunto della cooperazione deriva dalla necessità dei partner di affrontare e risolvere problematiche legate al rischio idrogeologico, problematiche che trovano soluzioni ottimali solo se sviluppate secondo approcci di collaborazione, che superano i confini amministrativi e territoriali e che si basano sulle rispettive competenze ed esperienze dei diversi soggetti partner.

PARTENARIATI TRA COMUNI

Idea di progetto: Sviluppo di un nuovo tipo di partneriato tra comuni in alta montagna: Predoi e Prägraten

Partner di progetto: Comune di Predoi (BZ), Comune di Prägraten am Großvenediger (T); coach di progetto: Michael Bockhorni

Il progetto dei comuni di Prägraten e Prettau mira ad aprire nuovi orizzonti nel campo della cooperazione transfrontaliera a livello comunale. A tal fine, il tandem prevede di ripristinare vecchi sentieri di montagna come il sentiero degli Alti Tauri ed eventualmente di collegarli a sentieri escursionistici di lunga percorrenza. Questo crea un notevole valore aggiunto per la popolazione locale ed è allo stesso tempo un'offerta alla rete turistica europea. Inoltre, vengono promossi progetti concreti delle rispettive associazioni e della popolazione locale per lo scambio.

(Immagine a destra: il valico della Bocchetta del Vento di Dentro; nell'immagine in basso a sinistra il tandem di progetto durante la riunione a Dobbiaco, con i comandanti degli Schützen dei due comuni)

🎤 Il nostro obiettivo è quello di riunire le persone e rendere visibile la convivenza transfrontaliera. Cosa c'è di meglio che un vero e proprio sentiero escursionistico a lunga percorrenza tra i nostri comuni?” Robert Alexander Steger, sindaco di Predoi e coordinatore del progetto

Più info sul progetto finanziato da DolimitLive: https://www.dolomitilive.eu/it/lavori/progetti-medi/trail-degli-alti-tauri/

Il video sul progetto dei due comuni elaborato nell'ambito di Fit4Co. 🎥

 

 

Idea di progetto: Continuazione del progetto Sommercampus tra l'isola linguistica germanofonda Sappada/Plodn e il comune di Inntervillgraten (con Fit4Co fino al 13 febbrario 2020);

Partner di progetto: Comune di Innervillgraten (T), Comune di Sappada und Associazione Plodar; Projektcoach: Michael Bockhorni

In seguito allo svolgimento del Sommercampus negli anni 2013 - 2019 (nel 2019 il Campus era incentrato sulla sensibilizzazione alle tematiche ambientali), è stata espressa la volontà di continuare i rapporti creati tra le popolazioni dei Comuni transfrontalieri di Sappada e Innervillgraten, soprattutto tra le fasce giovanili con il coinvolgimento dei genitori. Ai ragazzi delle comunità viene proposto un campus estivo di reciproco scambio, con il fine di approfondire l’insegnamento della lingua tedesca e italiana.  nelle Scuole Secondarie di Primo grado di Sappada e della lingua italiana nella Mittelschule per il Comune di Innervillgraten. Il campus è occasione di esercitazione pratica e miglioramento delle conoscenze linguistiche apprese in ambito scolastico, per favorire il superamento delle difficoltà nella reciproca conoscenza. (Testo: Regionalmanagement Osttirol). 

Nell'ambito di Fit4Co si pianifica la continuazione del progetto per i prossimi anni. (📸 RMO; Sommercampus 2016, con Marcella Benedetti del tandem di progetto, a destra)

 

ELEVARE IL LIVELLO DI COOPERAZIONE TRA AMMINISTRAZIONI

Idea di progetto: Rafforzare la cooperazione in materia di sviluppo personale all'interno dell'Euregio;

Partner di progetto: Uff. Sviluppo personale della Provincia di Bolzano (BZ); Audit interno (Land Tirolo); Ufficio per lo sviluppo organizzativo e delle risorse umane (Prov. aut di Trento); tsm-Trentino School of Management (Trentino); coach di progetto: Ilse Egger

La cooperazione transfrontaliera si basa a livello istituzionale in larga misura sulla cooperazione amministrativa. Pertanto, il progetto “Sviluppo personale“ crea spazi per lo scambio e il networking. Ciò comprende iniziative formative congiunte, stage e la diffusione di buone pratiche amministrative. L‘obiettivo di tutti questi sforzi è quello di creare una cultura amministrativa dell‘Euregio attraverso lo scambio transfrontaliero di esperienze, l‘acquisizione congiunta di competenze e il reciproco trasferimento di conoscenze.

🎤 “Collaboratori e collaboratrici competenti, appassionati, sani edefficienti sono importanti fattori di successo per la pubblica amministrazionee la qualità dei servizi offerti ai cittadini. La cooperazionetransfrontaliera e lo scambio di esperienze e di buoneprassi amministrative possono dare nuovi impulsi e promuoverel’apprendimento, lo sviluppo e l’innovazione.” Günter Sölva, Ufficio Sviluppo personale (Prov. Bz), coordinatore di progetto


(📸 in alto a sinistra: foto di archivio della riunione ad Alpbach del 23 gennaio 2020, a destra: riunione sull'evaluazione del Master Euregio per dipendenti pubblici nella Casa della Pesa di Bolzano in data 14 luglio 2020)

 

 

Idea di progetto: Nuove tecnologie per il reclutamento del personale nel mercato del lavoro dell'Euregio

Partner di Progetto: Agenzia del Lavoro (TN), AMS Agenzia federale per il mercato del lavoro - sezione di Innsbruck (T); coach di progetto: Ilse Egger

 

SVILUPPO TURISTICO NELL'AREA ALPINA

Idea di progetto: Valorizzazione del sentiero a lunga percorrenza E5

Partner di progetto: GAL Südtiroler Grenzland (Alto Adige); Area turistica Tirolo occidentale (Tirolo); GAL Alpi di Sarentino (Alto Adige); Associazione Turistica Pitztal (Tirolo); GAL Trentino Centrale (Trentino); GAL Trentino Orientale (Trentino); Comune Salorno (Alto Adige); Associazione turistica Lechtal (Tirolo); IDM Alto Adige (Alto Adige)

L’E5 è uno dei 12 sentieri europei per escursioni a lunga percorrenza ed è stato inaugurato nel 1972. Mentre il tratto da Oberstdorf a Merano è molto noto, il resto del sentiero viene percorso solo raramente. Questo tandem collaborativo Fit4Co mira a rilanciare e a potenziare il sentiero escursionistico a lunga distanza. Tra le altre cose, sono previsti interventi per il miglioramento e la manutenzione straordinaria, la produzione e l‘installazione di pannelli panoramici e altri elementi di segnaletica, ma soprattutto misure innovative di marketing e pubblicità per promuovere il percorso. (foto a sinistra: riunione del tandem di progetto all'Eurac di Bolzano; foto a destra: un tratto del sentiero a lunga percorrenza E5)

🎤 “Confucio già disse: La via è la meta. E penso che soprattutto questa frase si riferisca all’attraversamento delle Alpi. Perché la destinazione non è Venezia, ma tutti i bei panorami, le valli solitarie e i vecchi rifugi delle Alpi.” Hubert Ungerer, GAL Südtiroler Grenzland, coordinatore di progetto

 

Idea di progetto: Futuro del rifugio Europa;

Partner di progetto: Regionalmanagement Wipptal (Tirolo); Comune Pfitsch (Alto Adige); Soceità alpinistica tedesca DAV - sezione di Landshut (Germania), Sezione di Vipiteno del C.A.I. (Alto Adige); Consiglio Interreg Wipptal (Alto Adige/Tirolo); GRW Wipptal/Eisacktal a.r.l.-Alta Val D'Isarco (Alto Adige)

Coach di progetto: Christoph Fuchsbrugger

Il Rifugio Europa è un simbolo particolare della cooperazione transfrontaliera tra Italia e Austria: esso si trova esattamente sul confine tra i due stati. Nell‘ambito dell' “Analisi geologica del Rifugio Europa - GeoALP“ (piccolo progetto del Consiglio Interreg Wipptal), è stata finanziata una prima perizia per valutare le condizioni del rifugio. Il rifugio viene gestito congiuntamente dalla Sezione Landshut del DAV e dal CAI Vipiteno. Obiettivo del tandem è di riunire gli attori coinvolti attorno ad un unico tavolo ed elaborare delle soluzioni condivise per il futuro del rifugio.

🎤 “Con questo progetto vogliamo porre la prima pietra per rendere il Rifugio Europa un luogo d’incontro sostenibile per i prossimi 150 anni.” Sabiene Richter, direttrice Regionalmanagement Wipptal (Tirolo)

 

Idea di progetto: Valorzzazione della Via Claudia Augusta

Partner di progetto: Associazione Turistica della regione delparco naturale di Reutte (Tirolo); Via Claudia Augusta Transnational(Germania); IDM Alto Adige (Alto Adige); Museo Romano del Comune di Augsburg(Germania); Burgenwelt Ehrenberg (Tirolo)

La Via Claudia Augusta collega il Danubio con il mare Adriaticoattraversando la pianura Padana e già per sua natura èquindi da considerarsi un progetto europeo. Il potenziale diquesta antica strada romana necessita di una migliorevalorizzazione. Il tandem mira a colmare il divariotra storia, cultura e turismo ed a promuoverenuove sinergie affermandosi come puntovdi riferimento per le future azioni comuni in questi settori e facilitando la comunicazionetra i partner. Proprio questa base più ampiaconsentirà l‘ulteriore sviluppo della Via ClaudiaAugusta.

🎤 “Questo percorso europeo di collegamento offre un’opportunitàunica per mostrare le caratteristiche e le identità specifiche deipaesi che attraversa. Il nostro tandem vuole tradurre questopotenziale.” Christoph Tschaikner, coordiantore di progetto e direttore Via Claudia Augusta Transnational


Idea di progetto: Bi&Key- Creating integrated services for slow tourism

Partner di progetto: Silvia Cestaro, Comune di Selva di Cadore, Nelly Moretti, Comune di Treppo Grande (Friuli Venezia Giulia); Winfried Steiner, Land Kärnten (Kärnten); Stefanie Egger, MTG - Millstätter See Tourismus GmbH (Kärnten); Coach di progetto: Marco Marinuzzi

Realizzare un’azione di promozione congiunta per la creazione di una rete tra enti e musei italiani e austriaci affinché si valorizzino le risorse naturali e culturali esistenti, compreso il patrimonio materiale e immateriale e si offrano servizi integrati a supporto del turismo lento (e-bike e cicloturismo) per i turisti che decidano di conoscere il territorio transfrontaliero. S‘intende così dar seguito al progetto EMOTIONWay il cui obiettivo era la creazione di una rete di ciclovie e cammini.

Nell'ambito di Fit4Co è stato preparato il progetto E-tour&bike per il programma Interreg V-A Italia-Austria.

🎤"È importante rafforzare le reti tra i piccoli borghi per promuovere uno sviluppo turistico sostenibile." Silvia Cestaro

 

Idea di progetto: Mus&Nat Museo digitale transfrontaliero dei fiumi e salvaguardia partecipata della natura

Partner di progetto: Coordinatore di progetto - Elena Fontanini, Comune di Gorizia; Daniele Rostirolla, Comune di Morgano Veneto; Hartmut Prasch, Museum für Volkskultur - Carinzia; Winfried Steiner, Land Carinzia. Coach di progetto: Marco Marinuzzi

Il progetto intende realizzare una rete in grado di proporre, grazie al coinvolgimento della popolazione locale, un'offerta turistica orientata a soddisfare le richieste del nascente turismo lento. Tale rete sarà formata da siti di interesse turistico/naturalistico il cui fulcro è costituito da un museo digitale transfrontaliero attraverso il quale si valorizzerà il territorio ed in particolare i fiumi del territorio (Sile, Isonzo, Drava). Nell'ambito di Fit4Co è stato preparato il progetto Mus&Nat per il programma Interreg V-A Italia-Austria.

Nell'ambito di Fit4Co è stato preparato il progetto Mus&Nat per il programma Interreg V-A Italia-Austria.

🎤“Dobbiamo trovare soluzioni innovative per far conoscere e preservare il nostro patrimonio naturalistico, soprattutto per le giovani generazioni” Daniele Rostirolla, Sindaco del Comune di Morgano

 

Idea di progetto: Nature first: Riserve naturali

Partner di progetto: Gianni Giuricich, Comune di Staranzano; Matteo de Luca, Riserva Naturale Regionale Foce dell’Isonzo; Winfried Steiner, Helmut Serro e Katharina Himmel, Land Carinzia; Andreas Kleewein, BirdLife Carinzia.

Nell'ambito di Fit4Co è stato preparato il progetto per Interreg V-A “Nature FIRST” che prevede l’attenzione alle Riserve naturali rispettivamente della foce del fiume Isonzo e del lago Ossiach, quale elemento chiave intorno a cui costruire iniziative finalizzate allo sviluppo eco-sostenibile ed alla creazione di percorsi turistici dedicati al birdwatching.

🎤 „Possiamo imparare ciascuno dei modi nuovi di fare bene il nostro lavoro“ Gianni Giuricich

 

 

Idea di progetto:RiverMove - Il fiume come opportunità di crescita e sviluppo di nuovi prodotti turistici

Partner di progetto: Rossella Cendron, Comune di Silea (Veneto); Claudia Pollano, Comune di S. Pietro al Natisone (FFVG); Winfried Steiner, Land Kärnten; Sigrid Goldberger, Outdoorpark Oberdrautal (Carinzia)

Nell'ambito di Fit4Co è stato preparato il progetto per Interreg V-A “River MOVE” che prevede la valorizzazione dei fiumi che attraversano le rispettive aree (Sile, Natisone, Drava) quali elementi di trade-union tra passato e futuro, in termini di sviluppo di attività economiche eco-sostenibili quali il turismo lento ed il ciclo turismo in particolare, con un focus sulla creazione di reti tra fornitori di servizi e la realizzazione di visite di studio e sessioni di training dedicate all’acquisizione di strumenti utili alla promozione ed alla valorizzazione sia online che offline dei servizi offerti.

 

PATRIMONIO CULTURALE IN EUREGIO

Idea di progetto: EureCHAEuregio Cultural Heritage ArchiveProgetto per la creazione di una piattaforma partecipativatransfrontaliera per il patrimonio culturale digitalizzato

Partner di progetto: Direzione Istruzione, Formazione e Cultura ladina (BZ), Biblioteca provinciale Dr. Friedrich Teßmann (Ripartizione Cultura Tedesca - BZ); Azienda Musei Provinciali AA; Facoltà di Scienze della Formazione e Piattaformapatrimonio culturale e produzione culturale (Libera Università di Bolzano), Biblioteca del Ferdinandeum (Musei del Land Tirolo); Istituto di scienze storiche ed etnologia europea (Università di Innsbruck); Servizio Attività culturali e Soprintendenza per i Beni Culturali (Dipartimento Istruzione e Cultura - Provincia di TN); Fondazione Museo storico del Trentino; Dipartimento di Sociologia e ricerca sociale (Università di Trento); Center for Information and Communication Technology (Fondazione Bruno Kessler)

Coach di progetto: Georg Senoner

EureCHA è un portale web e una app che mette a disposizione del pubblico e dei cittadini interessati gli archivi digitalizzati delle più importanti istituzioni culturali dell‘Euregio (es. sovrintendenze per i beni culturali, musei, biblioteche). Una caratteristica innovativa di EureCHA è la possibilità di implementare azioni di crowdsourcing che promuovono la partecipazione dei cittadini, permettono l‘interazione creativa degli utenti conle collezioni e un loro arricchimento. Le istituzioniculturali ed i cittadini creano in questo modouna grande piattaforma comune del patrimonio culturale.

🎤“Il progetto EureCHA sfrutta le potenzialità della digitalizzazionee del crowdsourcing per adattare l’archivio tradizionale al futuro e renderlo accessibile a tutti.” Emanuel Valentin, coordinatore di progetto

 

 

Idea di progetto: SPROCH-INN - Una lingua da raccontare

Parnter di progetto: Istituto Culturale Mòcheno (Trentino); Museo d’arte popolare tirolese (Tirolo); Eurac Research (Alto Adige);

Coach di progetto: Georg Senoner

La comunità germanica mòchena in Trentino condivide moltecaratteristiche con la comunità tirolese. Ci sono però diversielementi comuni nati da processi ed elaborazioni linguistichee culturali particolari, consolidatesi nel corso dei secoli. Lo scopo del progetto è di identificare e mettere in evidenza le caratteristiche principali della cultura mòchena, in modo da promuoverne la conoscenza e divulgazione ad un ampio pubblico.

🎤 "L’attitudine all’utilizzo di diverse lingue è molto diffusa nell’Euregio, soprattutto a sud del Brennero dove costituisce pratica naturalee quotidiana. Anche una piccola comunità linguistica storica come quella mòchena in Trentino può contribuire a chiarire processi di interazione e di caratterizzazione a livello linguistico." Claudia Marchesoni, Bersntoler Kulturinstitut / Istituto Culturale Mòcheno

 

MIGRAZIONE

Idea di progetto: Comunicazione.Tramite

Partner di propetto: Comunità comprensoriale Burgraviato (Alto Adige); Land Tirol, Dipartimento per la società e il lavoro – Settore Integrazione (Tirolo); Cooperativa Sociale Spirit (Alto Adige); Associazione Donne di tutti i paesi (Tirolo)

Projektcoach: Sonja Karbon

Il progetto si occupa della comunicazione tra donne con esperienza migratoria ed istituzioni pubbliche e permette alle donne di esporre le loro preoccupazioni ai punti di contatto più adatti. Sviluppa inoltre nuove forme e modalità di comunicazione con le istituzioni pubbliche per raggiungere il gruppo target. In questo modo il tandem contribuisce a migliorare la comunicazione e il rapporto tra questi due gruppi.

🎤 “Una crisi ti dà il tempo di mettere ordine nei tuoi pensieri. Importante è: non rilassarsi e non cadere in un’apatia da shock, ma continuare a lavorare.” Julia Kuppelwieser, cooperativa sociale Spirit

 

 

 

 

SOSTENIBILITA'

Idea di progetto: Gruppo di lavoro per l'aria pulita lungo il corridoio del Brennero

Partner di progetto: Comunità comprensoriale Alta Val D'Isarco (BZ);  GRW Alta Val D'Isarco (BZ), Regionalmanagement Wipptal (Tirolo); LEADERregion Kufstein u. Umgebung -Untere Schranne – Kaiserwinkl (Tirolo); Region Kitzbüheler Alpen (Tirolo); Region Schwaz-Achental (Tirolo)

Coach di progetto: Annelies Pichler

Per affrontare il problema dell‘inquinamento atmosferico lungo le autostrade dell‘Inn e del Brennero, sarà istituito un gruppo di lavorotransfronataliero riguardante l‘aria con l‘obiettivo di sviluppare misure regionali. Il gruppo di lavoro non persegue alcun obiettivo politico, anzì tale organismo dovrebbe essere politicamente indipendente. L‘obiettivo comune è di motivare ed avviare misuredi miglioramento sostenibili a livello regionale. Per raggiungere questo obiettivo, va commissionato uno studio empirico sugli inquinanti e sugli effettidi vasta portata dell‘inquinamento atmosferico: La catena causale tra emissione ed immissione deve essere illustrata con gli attuali risultati per identificarele lacune e servire come base per ulteriori misure. (Foto: una riunione di progetto a Stenago al Brennero a gennaio 2020)

🎤 “Il traffico e il profitto sulle autostrade della Valle dell’Inn e del Brennero aumentano, anche l’inquinamento. A spese della salute della popolazione. Non può continuare così.” Carmen Turin

 

Idea di progetto: 2WB - Water Without Borders

Partner di progetto: Land Carinzia (AT); Comune di Valsugana e Tesino; Comune di Pieve di Soligo (IT); Associazione carinziana agriturismo (AT); Coach di progetto: Andrea Ballarin

Avendo in mente i tesori d'acqua disponibili nell'area alpino-adriatica (sorgenti, ghiacciai, laghi, fiumi e il mare stesso), il progetto Water Without Borders contribuirà a sensibilizzare i cittadini sul ruolo fondamentale dell’acqua quale risorsa naturale ed economica. L’acqua, quale bene inestimabile, rappresenta il fil rouge dell'iniziativa che sarà supportata da “Water Ambassadors”, esperti che informeranno e formeranno sull'importanza dell'acqua, considerandola non solo una mera risorsa naturale, ma anche culturale ed economica.

Nell'ambito di FIT4CO, la presente proposta è stata elaborata pensando ad una possibile applicazione nell’ambito dei Programmi Interreg V-A Italia- Austria e LIFE.

🎤 " L’acqua non segue i confini". Günter Zeilinger


 

PIANIFICAZIONE URBANISTICA

Idea di progetto: b.b.r – brenner.basis.raum,

Partner di progetto: Abt. Raumordnung und Statistik/ Ripartizione pianificazione territoriale e statistica (T), Dipartimento Sviluppo del territorio,Paesaggio e Beni culturali/UfficioPianificazione territoriale e cartografia (BZ),

Coach di progetto: Karin Lintner

Il tandem di progetto “b.b.r. brenner.basis.raum” prepara un’ampia descrizione degli effetti rilevanti sulla pianificazione territoriale del grande progetto “Galleria di Base del Brennero”.Sono tematiche centrali l’uso del suolo, la situazione abitativa, l’accessibilità e i flussi di persone e deiservizi. “b.b.r.” è un concetto flessibile, la scelta delle aree tematiche determinerà la scala di osservazione territoriale. L’obiettivo è quello di essere preparati alle ricadute territoriali del BBT, affinché non si debba reagire, ma pianificare attivamente lo sviluppo del territorio.

📸 Land Tirol, BEV - Immagine dell'area di confine sul Brennero, che ne illustra le varie funzioni urbanistiche

 


Sanità e cura degli anziani

Terza Età

Idea di progetto: Terza età - caring communities (per prendersi cura insieme della demenza)

partner di progetto: A.P.S.P. “Griesfeld - APSP“ (Alto Adige); Centro di ricerca sull‘invecchiamento IARA dell'Università di Scienze Applicate della Carinzia, Marktgemeinde Moosburg, Associazione “Azione Demenza Moosburg“(tutte Carinzia); APSP Santa Maria, Cles (Trentino), coach di progetto: Micki Gruber

Questo progetto transfrontaliero tra tre regioni (Trentino, Alto Adige, Carinzia) di due GECT mira a sensibilizzare l‘opinione pubblica per una vita dignitosa in età avanzata ed a lavorare alla costruzione di reti partecipative. La partecipazione sociale nel contesto della demenza o della depressione è stata finora vissuta con difficoltà, quindi l‘obiettivo è quello di creare luoghi di incontro per lo scambio intergenerazionale a livello comunale e di promuovere una realtà favorevole all‘invecchiamento. In particolare è necessario stabilire un collegamento in rete ed un coordinamento continuo.

“Vogliamo promuovere e sensibilizzare una società in cui le persone si prendano cura l’una dell’altra, dove si creano luoghi di incontro transfrontalieri nelle comunità, rafforzare i quartieri e rendere visibili in particolare le esigenze dei cittadini più anziani.“ Gabriele Hagendorfer-Jauk, Centro di ricerca sull‘invecchiamento IARA, Università di Scienze Applicate della Carinzia

 

 

 

Idea di progetto: Medicina di genere nelle scuole; Partner di progetto: MedUni Innsbruck, Ufficio ordinamento sanitario (BZ), Commissione Provinciale Pari Opportunità (TN);

Coach di progetto: Micki Gruber

 

 

Economia

Idea di progetto: Liberalizzazione dei servizi di ingegneria civile in Euregio (Fit4Co fino al 13.02.2020), partner di progetto: Kammer der ZiviltechnikerInnen für Tirol und Vorarlberg; Ordine degli Ingeneri (BZ), coach di progetto: Karin Lintner

 

Idea di progetto: Increasing tourism-related skills for cross-border job opportunities

Partner di progetto: Luca Di Giusto, Comune di Tricesimo - Friuli Venezia Giulia; Maria Zanon, ISIS Magrini Marchetti Friuli Venezia Giulia; Concetta Preiml, Tourismusschule Warmbad Carinzia; Comune sloveno (TBC) - Slovenia; Istituto scolastico sloveno (TBC) Slovenia

Il progetto si propone di rafforzare le competenze e sviluppare le conoscenze in materia di patrimonio culturale e professioni legate alla cultura e al turismo al fine di accrescere le competenze e le opportunità di collaborazione e mobilità lavorativa transfrontaliera tra Italia, Austria e Slovenia.

Gli studenti saranno in possesso di conoscenze spendibili nel turismo e nella valorizzazione del patrimonio culturale proprio e dei paesi partner. Nell'ambito di Fit4Co è stato preparato il progetto per ERASMUS PLUS


 

 

 

 

 

 

 


Condividi:  Facebook google+ twitter