FAQ - domande frequenti

Il responsabile del progetto, Mag. Matthias Fink, spiega il progetto Fit4Cooperation (intervista con la dott.ssa Karin Gschnitzer dell'Ufficio comune dell'Euregio.

 

FAQ - domande su Fit4Co

1) Cos'è Fit4Co?

2) Perché esiste il progetto Fit4Co?

3) Che tipo di enti possono partecipare a Fit4Co?

4) Quali sono i requisiti geografici per poter partecipare al progetto?

5) Come posso aderire a Fit4Co?

6) Quando si svolgerà il lavoro dei tandem del progetto Fit4Co?

7) La mia partecipazione al progetto Fit4Co conta come orario di lavoro?

8) Fit4Co copre i costi per il supporto di consulenti esterni durante l’elaborazione?

9) Sono un dirigente. Perché dovrei sostenere Fit4Co?

10) Sono un dipendente amministrativo o un amministratore. Perché dovrei partecipare a Fit4Co?

11) Ho terminato l’elaborazione di un progetto con Fit4Co. Qual è il prossimo passo?

12) Fit4Co mi sembra interessante ma il concetto è un po' astratto. Potete darmi qualche esempio di cooperazione?

13) Ho sentito che i progetti Interreg sono complicati e comportano un alto onere burocratico. Questo vale anche per Fit4Co?

 

 

 

1) Cos'è Fit4Co?

Fit4Co è l’abbreviazione di Fit for Cooperation, che può essere tradotto in italiano come “pronti per la cooperazione transfrontaliera”. Fit4Co fornisce il quadro organizzativo per l’elaborazione strutturata e accompagnata di un progetto transfrontaliero tra due o più autorità pubbliche dell'area di progetto.

Fit4Co è un progetto Interreg Italia-Austria con due partner: il GECT “Tirolo-Alto Adige-Trentino” come lead partner e il GECT "Senza Confini" (Carinzia, Veneto, Friuli Venezia Giulia) come ulteriore partner.

L'obiettivo è quello di fornire al personale delle rispettive amministrazioni gli strumenti necessari per la cooperazione transfrontaliera. Inoltre, le amministrazioni partecipanti sviluppano delle competenze specialistiche nella pianificazione e nell'attuazione di progetti transfrontalieri, promuovendo la comprensione interculturale e abbattendo le barriere linguistiche attraverso corsi di lingua.

Fit4Co tocca il primo pilastro della gestione di progetto: la pianificazione progettuale. Grazie a Fit4Co, entro giugno 2020 verranno elaborate idee e pianificati progetti di cooperazione transfrontaliera, che potranno poi essere immediatamente attuati dalle amministrazioni stesse oppure presentati a bandi di finanziamento europei.

 

2) Perché esiste il progetto Fit4Co?

Lo scopo del programma Fit4Co è quello di migliorare ulteriormente la qualità di progettazione dei progetti transfrontalieri.

 

3) Che tipo di enti possono partecipare a Fit4Co?

  • amministrazioni pubbliche (province, comuni, eventualmente anche lo stato);
  • enti pubblici (università, camere di commercio, comunità comprensoriali, associazioni di comuni, ecc.);
  • eventualmente aziende pubbliche con obblighi di servizio pubblico (ospedali, imprese energetiche, ecc.) e le parti sociali.

L'area di progetto comprende il GECT Tirolo-Alto Adige-Trentino, il GECT Senza Confini e il Land Salisburgo.

Se si nutrono dubbi in merito all’ammissibilità di un soggetto come ente beneficiario, si prega di contattare il team di progetto Fit4Co per i chiarimenti del caso.

 

4) Quali sono i requisiti geografici per poter partecipare al progetto?

Il fulcro di Fit4Co sono i cosiddetti "tandem collaborativi" composti da dipendenti di due o più amministrazioni dell'area di progetto (esempio 1: Dipartimento Cultura del Tirolo e Dipartimento Cultura del Trentino; esempio 2: Camera di Commercio del Tirolo, Camera di Commercio di Bolzano e Camera di Commercio di Trento; esempio 3: Comune di San Candido, Comune di Sesto, Comune di Dobbiaco e “Planungsverband 35” – Sillian e dintorni).

Scopo del tandem collaborativo è quello di elaborare un progetto transfrontaliero.

È necessario che almeno un’istituzione partner sia situata all’estero: non verranno presi in considerazione tandem mononazionali (solo italiani o solo austriaci). Di norma, i tandem si comporranno di amministrazioni/enti situati all’interno del territorio di un solo GECT (GECT Tirolo-Alto Adige-Trentino o GECT Senza Confini); ad esempio, l’amministrazione provinciale trentina e quella tirolese. Sono però ammessi anche tandem tra amministrazioni/enti di un GECT e amministrazioni/enti dell’altro GECT; ivi incluso anche il Land Salisburgo. Esempio: un tandem collaborativo composto da rappresentanti di istituzioni museali di Merano, Salisburgo e Venezia.

 

5) Come posso aderire a Fit4Co?

Il progetto Fit4Co prevede una prima fase informativa e una successiva fase di registrazione.

Fase informativa (gennaio-marzo 2019)

- Hai un'idea di progetto e già uno o più partner di progetto? Contattaci e ti spiegheremo come registrarti.

- Hai un'idea di progetto ma non hai ancora un partner di progetto? Segnalaci il tuo interesse e ti metteremo in contatto con potenziali partner.

- Hai un partner di progetto ma ti manca l’idea per un progetto? Comunicacelo e vi aiuteremo a identificare un'idea di progetto comune.

- Stai ancora cercando un'idea e uno/più partner di progetto? Scrivici! Ti presenteremo le idee di progetto proposte da altre amministrazioni e ti aiuteremo a trovare un partner.

Partecipa agli eventi informativi di Fit4Co che si terranno in ciascuno dei capoluoghi dell’Euregio (Innsbruck, Bolzano, Trento). L’evento informativo di Bolzano avrà luogo il 27 marzo 2019; le date per Innsbruck e Trento sono in fase di definizione. Maggiori informazioni sul progetto sono inoltre disponibili sul nostro sito web.

Fase di registrazione

Da aprile a metà giugno 2019 verrà definita la composizione dei tandem collaborativi e potrai registrarti sul sito del progetto www.fit4co.eu.

 

6) Quando si svolgerà il lavoro dei tandem del progetto Fit4Co?

Il lavoro dei tandem collaborativi durerà da settembre 2019 a maggio 2020.

L'evento di apertura si terrà a settembre 2019 nel territorio dell’Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino. A questo incontro parteciperanno tandem collaborativi provenienti dal GECT Tirolo-Alto Adige-Trentino, dal GECT Senza Confini (Friuli Venezia Giulia, Veneto, Carinzia) e dal Land di Salisburgo.

Seguiranno poi tre incontri, organizzati separatamente per ciascun GECT. Il primo incontro è previsto nella settimana dal 21 al 25 ottobre 2019; il secondo nella settimana dal 27 al 31 gennaio 2020 e il terzo nella settimana dal 30 marzo al 3 aprile 2020. Queste date sono indicative e sucescittibili di modifiche per motivi organizzativi.

L'evento di chiusura di Fit4Co si terrà nella settimana dal 25 al 29 maggio 2020 nel territorio del GECT Senza Frontiere (Friuli Venezia Giulia, Veneto o Carinzia).

Il team di supporto Fit4Co organizzerà, nel limite del possibile, bus speciali per tutti gli eventi e gli incontri.

7) La mia partecipazione al progetto Fit4Co conta come orario di lavoro?

Si! L’obiettivo di Fit4Co è quello di sviluppare progetti utili per la pubblica amministrazione. Assicurati di ottenere per tempo l'autorizzazione del tuo dirigente a partecipare a Fit4Co e a svolgere le trasferte in occasione di eventi e seminari.

 

8) Fit4Co copre i costi per il supporto di consulenti esterni durante l’elaborazione?

Si. Il supporto professionale nello sviluppo e nella pianificazione dei progetti è il fulcro di Fit4Co, quindi da esso finanziato. Per questo motivo, stiamo già individuando un’estesa rete di professionisti esperti nella gestione di progetto, nella moderazione di gruppo, nella mediazione interculturale e nel project financing/controlling. Se hai esigenze particolari e suggerimenti, contattaci per tempo!

 

9) Sono un dirigente. Perché dovrei sostenere Fit4Co?

Fit4Co è una garanzia. L’Euregio e gli altri partner di progetto accompagnano i progetti con il loro massimo know-how per garantire che questi diventino un vero successo. Attraverso il progetto verranno coperte altresì le spese di partecipazione (accompagnamento professionale, alloggio, vitto, trasporto), sollevando l’unità amministrativa interessata dai relativi costi.

Fit4Co rappresenta un’offerta stimolante, resa possibile da finanziamenti europei e che gode dell’appoggio politico dei presidenti di provincia/regione.

Il progetto offre l'opportunità di affrontare al meglio le sfide del presente e del futuro facendo leva sulla cooperazione transfrontaliera e sullo scambio di buone pratiche. Fit4Co offre una vetrina per presentare il proprio lavoro a livello euroregionale, nazionale e internazionale.

Fit4Co garantisce risorse e know-how aggiuntivi agli enti partecipanti. La cooperazione offre un valore aggiunto: le autorità che lavorano insieme sono più della somma delle loro parti.

 

10) Sono un dipendente amministrativo o un amministratore. Perché dovrei partecipare a Fit4Co?

Innanzitutto: la cooperazione transfrontaliera è interessante, offre l’occasione di incontri stimolanti e permette di ampliare i propri orizzonti.

Partecipare a Fit4Co ti aiuta, anche attraverso lo scambio di buone pratiche con partner di altre amministrazioni, a superare una sfida esistente nella tua area di lavoro. Allo stesso tempo, lavorare in rete con colleghi oltreconfine ti offre l'opportunità di ampliare le tue competenze e può favorire il tuo avanzamento professionale.

Fit4Co mette i partecipanti in grado di applicare le proprie conoscenze teoriche nel campo del project management a progetti concreti. Il tuo progetto Fit4Co sarà un successo, non ultimo per via del supporto offerto da moderatori, esperti e GECT.

Infine, Fit4Co offre ai più esperti un'ottima opportunità per trasmettere ad altri le proprie conoscenze e per avviare nuovi progetti.

 

11) Ho terminato l’elaborazione di un progetto con Fit4Co. Qual è il prossimo passo?

Moderatori ed esperti ti forniscono l’assistenza necessaria per attuare il progetto nelle modalità più opportune. I passi da intraprendere, una volta concluso, il progetto variano in funzione del tipo e delle dimensioni del progetto stesso.

I progetti sviluppati nell'ambito di Fit4Co possono:

- essere attuati con risorse proprie, ad esempio nell’ambito del programma di lavoro di uno o più partner partecipanti;

- essere attuati con risorse del GECT nell’ambito del suo programma di lavoro (bozza di programma di lavoro 2019 GECT Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino);

- essere presentati per finanziamenti comunitari (es. INTERREG Italia-Austria)

 

12) Fit4Co mi sembra interessante ma il concetto è un po' astratto. Potete darmi qualche esempio di cooperazione?

È ammissibile qualsiasi tipo di progetto che rafforzi la cooperazione territoriale, sociale ed economica tra enti pubblici italiani e austriaci. Ciò significa che non poniamo (quasi) nessun limite alla creatività delle amministrazioni competenti. Esempi di temi “classici” per la cooperazione transfrontaliera sono:

- lavoro e lavoratori transfrontalieri

- istruzione

- salute e affari sociali

- gioventù

- ricerca e scienza

- innovazione

- cultura

- mobilità

- natura e ambiente

- agricoltura

- pianificazione territoriale

- sport

- turismo

- economia e competitività territoriale

Una serie di esempi concreti di progetti transfrontalieri è reperibile nello studio sulle buone pratiche di cooperazione transfrontaliera all’interno dell’area di progetto. Lo studio è stato commissionato da Fit4Co e realizzato dall’EURAC di Bolzano.

13) Ho sentito che i progetti Interreg sono complicati e comportano un certo onere burocratico. Questo vale anche per Fit4Co?

L'obbiettivo di Fit4Co è quello di rafforazare e facilitare la collaborazione transfrontaliera. Oneri burocratici quali incarichi per esperti e project manager, prenotazioni di hotel, organizzazione delle sale per gli incontri, vitto, ecc., se possibile anche l'organizzazione del trasporto, sono a carico del GECT. Questo permette ai gruppi di lavoro di focalizzarsi sul lavoro di contenuto per l'elaborazione del loro progetto. Anche il formulario online per l'iscrizione al tandem si limita alle informazioni essenziali per dare il via libera al processo senza richiedere ai partecipanti l'invio di ulteriori documenti.


Condividi:  Facebook google+ twitter