Concorso scolastico Euregio GUERNICA

Storia e arte per la pace – un concorso per studenti e studentesse dell'Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino

Scuola di Lienz vince il concorso artistico per scuole „Pensieri su Guernica“

In breve

Il concorso scolastico per studenti e studentesse dei tre territori dell'Euregio nel contesto della mostra „Guernica – Icona della pace“, si è posto l'obiettivo di avvicinarli all'importanza delle mete di democrazia raggiunte quali diritti civili, cittadinanza ecc..

La classe 7b del liceo scientifico BORG di Lienz (Austria), vincitrice del concorso, è stata premiata con un assegno per 2000 euro. Presenti alla cerimonia festiva in Tirolo dell’est il segretario generale dell'Euregio, Christoph von Ach, e il membro della giuria e redattore della rivista "stayinart", Hugo Astner. Nel suo discorso, Christoph von Ach ha sottolineato l'importanza transfrontaliera dell'istituzione EUREGIO e ha assicurato che l'istituzione continuerà a sostenere i concorsi scolastici.  Hugo Astner ha sottolineato nella sua laudatio alla classe che gli alunni non solo hanno creato un film eccezionale, ma hanno anche centrato perfettamente il leitmotif del concorso laureandosi campioni. Questa interpretazione della famosa immagine di Picasso dà vita al messaggio di pace che deve attraversare le frontiere.

La classe 7B BORG di Lienz ha partecipato al concorso con un film d'animazione (clicca qui per vedere il film). È stato prodotto dai 13 alunni della classe come progetto comune nelle lezioni d'arte. Sono state utilizzate tecniche di disegno analogico e di animazione. Il montaggio e la modifica delle sequenze di immagini sono stati eseguiti sul PC con semplici programmi di stop motion e di editing. Come materiale sonoro sono stati inseriti solo musica e suoni senza licenza.

 

Gli elementi di partenza del film sono stati 3 figure e 3 oggetti del quadro "Guernica" di Picasso. Nel film il toro assume il ruolo di aggressore, attraverso il suo occhio lo spettatore prova il panico che deve aver sentito il popolo nel momento dell’aggressione. Quando il fuoco del telescopio di osservazione cade sul bambino, l'aggressore riflette e fa oscillare il fucile verso l'alto e lo sparo si dissolve in un fuoco d'artificio di colore.

Con questa decisione contro il crimine violento inizia la svolta, che diventa visibile e udibile nel film attraverso l'uso di colori vivaci e musica: le bombe che cadono si trasformano in palle colorate. Il bambino diventa portatore di speranza per il futuro trasformando simbolicamente la distruzione in una città colorata con un tiro di palla. Il fucile si trasforma in un pennello, il guerriero morto si alza e si trasforma in artista. La lampada come "Luce della Conoscenza" si trasforma in un sole che, come fonte di energia, fa crescere il "Fiore della Pace" e, con il colore, sposta il cupo bianco e nero degli orrori della guerra. La colomba della pace di Picasso conclude il film con il titolo principale: Make Art Not War. Il concorso scolastico per la pace Guernica.

Panoramica

Il concorso scolastico per studenti e studentesse dei tre territori dell'Euregio nel contesto della mostra „Guernica – Icona della pace“, si è posto l'obiettivo di avvicinarli all'importanza delle mete di democrazia raggiunte quali diritti civili, cittadinanza ecc.. Il 2018/2019 sono anni speciali di commemorazione. 100 anni dalla fine della Prima Guerra Mondiale, 100 anni di separazione tra il Tirolo del Nord e l'Alto Adige, 100 anni della Prima Repubblica d'Austria - ma anche l'inizio della Seconda Guerra Mondiale nel 1939, il Congresso Europeo dell'Aia nel 1948 e l'anno rivoluzionario del 1968: molti momenti storici sono giubilati. Il progetto espositivo "Guernica - Icona della pace" ha invitato le classi scolastiche dell'Euregio Tirolo-Alto Adige e Trentino ad uno sguardo critico sulla storia, il presente e il futuro dell'Europa in occasione del concorso artistico "Guernica". Link per il download (in tedesco): Progetto vincitore e sito del concorso Articolo della rivista di arte stayinart (con video) sull’evento


Dare vita ai concetti che rendono la nostra società libera

Concetti democratici come "società civile", "movimento sociale", "engagement", "partecipazione", "costituzione", "libertà" e "democrazia" non esistono sotto regimi totalitari. Il concorso nell'ambito del progetto espositivo "Guernica - Icona della pace" intende far conoscere agli studenti dell'Euregio Tirolo-Alto Adige e del Trentino il significato delle conquiste democratiche di oggi, come lo stato di diritto, i diritti civili e le libertà civili. "Invitiamo gli studenti a una discussione aperta su come preservare la libertà e i diritti e garantire il dialogo tra paesi, regioni, stati, culture e religioni", spiega la curatrice della mostra Serena Baccaglini.

Il concorso d'arte intitolato "Guernica" tendeva quindi a incoraggiare le persone ad affrontare i seguenti temi e domande: Quando un gruppo di popolazione deve essere considerato vittima dell'esclusione? Come possiamo affrontare affermazioni intrise di paure, pregiudizi e odio nei confronti di determinati gruppi di popolazione e come possiamo sviluppare controargomentazioni? Che cosa possiamo contribuire alla pace nella nostra scuola e nel nostro ambiente? Qual è la nostra visione dell'Europa?

"Noi Europei abbiamo bisogno di una visione a lungo termine e di una nuova prospettiva positiva e lungimirante per una convivenza pacifica in Europa, che deve essere sviluppata in particolare dalle giovani generazioni. L'arte è una forma creativa di espressione che può aiutare a visualizzare tali visioni dei giovani", ha detto il Presidente dell'Euregio, Arno Kompatscher. I giovani della nostra regione europea dovrebbero essere in grado di affrontare questi temi essenziali in modo giocoso e senza inibizioni.

Il concorso, patrocinato dall'Euregio Tirolo, Alto Adige e Trentino, ha perseguito questi cinque obiettivi:
- Rafforzare l'apprezzamento per la pace e sensibilizzare le persone sul fatto che ogni individuo è corresponsabile della pace.
- Promuovere la comprensione della storia speciale del nostro paese e incoraggiare la discussione e la riflessione sui fondamenti della convivenza pacifica.
- Rafforzare la percezione consapevole dell'arte e l'impegno attivo nella creatività.
- Trova le risposte alle seguenti domande: Come possiamo contribuire alla pace nella nostra scuola e nel nostro ambiente? Qual è la nostra visione dell'Europa?
Perché la nostra società ha bisogno dell'arte? Cosa può fare l'arte? Che responsabilità hanno gli artisti nella nostra società? Quali collegamenti interdisciplinari si possono stabilire con il tema Guernica?
- Promozione di una cooperazione produttiva, in cui un'"opera d'arte" viene sviluppata e presentata congiuntamente.

Chi può parecipare?
Hanno potuto partecipare gli insegnanti e i loro allievi di età compresa tra i 13 e i 19 anni  delle scuole dell'Euregio Tirolo, dell'Alto Adige e del Trentino. Un'opera d'arte sul tema "Guernica" nel campo delle belle arti, delle arti dello spettacolo, dei media, della musica o della letteratura poteva essere presentata se era stata sviluppata congiuntamente dalla classe scolastica. Erano ammesse foto, video o registrazioni audio e una dichiarazione di massimo due pagine DinA4.

Gli organizzatori invitavano le classi scolastiche interessate a visitare la relativa mostra "Guernica - Icona della Pace". Il termine per la presentazione delle candidature è stato il 31.3.2019. La cerimonia di premiazione si svolgerà nell'aprile 2019 direttamente nelle scuole. Per i primi tre posti verranno assegnati premi in denaro di 2.000, 1.500 e 1.000 euro. Una giuria di esperti, diretta dalla storica dell'arte Serena Baccaglini, curatrice della mostra "Guernica - Icona della Pace", deciderà sul premio.  

Ulteriori informazioni e il modulo di registrazione si trovano sulla homepage dell'organizzatore all'indirizzo  www.guernica.at.


Condividi:  Facebook google+ twitter