Cartelli di benvenuto Euregio

Un cartello stradale di benvenuto, posizionato ai confini dell'Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino. Il primo è stato installato a Tubre.

 

L'Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino prende sempre più forma. Oggi pomeriggio (15 ottobre) è stato installato a Tubre, al confine tra Italia e Svizzera, tra Alto Adige e Cantone dei Grigioni, il primo cartello stradale di benvenuto nel territorio dell'Euregio. Nei prossimi giorni, in Provincia di Bolzano, saranno apposti altri 6 cartelli stradali dell'Euregio, ovvero lungo le strade dei passi di Montecroce, Valparola, Campolongo, Stelvio, Cimebianche e a Misurina. Altri ne saranno installati ai confini delle tre regioni dell'Euregio con Lombardia, Veneto, Voralberg, Carinzia, Salisburgo e Baviera per un totale di 67 cartelli di cui 41 in Tirolo, 19 in Trentino e 7 in Alto Adige.

Alla cerimonia di Tubre erano presenti il vicepresidente del Consiglio provinciale di Bolzano, nonchè assessore regionale, Manfred Vallazza, il presidente del Consiglio provinciale di Trento, Walter Kaswalder e il vicepresidente del Consiglio provinciale del Tirolo, Anton Mattle. "Con questo cartello - ha spiegato Vallazza - non vogliamo indicare un confine, ma semplicemente dare il benvenuto a coloro che fanno il loro ingresso in un territorio dove tre regioni diverse cooperano in uno spirito pienamente europeo, ovvero l'Euregio Tirolo-Alto Adige-Trentino".

A dimostrazione della pacifica convivenza e della collaborazione fra i diversi gruppi linguistici, i cartelli stradali dell'Euregio saranno bilingui (italiano e tedesco) e in alcuni casi anche trilingui (italiano, tedesco e ladino).


Condividi:  Facebook google+ twitter